Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter

Saper scegliere: come usare le pentole di pietra

Consigli per cucinare

  1. Argomento AntiaderenteCottura
  2. La pietra, si sa, è molto resistente ed è particolarmente indicata come superficie per cuocere gli alimenti. Del resto, la pietra lavica veniva utilizzata dall’uomo ben prima che fossero inventate le pentole!

  3. Condividi
Saper scegliere: come usare le pentole di pietra

Molto resistenti alle alte temperature, le pentole di pietra sono antiaderenti per natura e permettono quindi di cucinare riducendo al minimo l’uso di grassi. Inoltre, garantiscono una cottura uniforme. Sono adatte alla preparazione di qualunque pietanza e alimento, in particolare delle carni a fette, del pesce e delle frittate. Usarle è facile, a patto che si rispettino alcune semplici abitudini.

1) Ricordate di trattare la pietra, la prima volta che la usate, ungendola leggermente con dell’olio ed eliminandone poi gli eccessi con un panno morbido.

2) Lasciate sempre preriscaldare la vostra pentola per qualche minuto a fiamma bassa e preferibilmente su fornello dotato di spargi-fiamma, così che raggiunga la giusta temperatura in modo uniforme.

3) Non utilizzate mai coperchi non abbinati alla vostra pentola, che non sono garantiti per la corretta tenuta al calore.

4) Usate mestoli in legno! Evitate sempre quelli in acciaio, che potrebbero danneggiare la superficie della pentola, graffiandola, e quelli in plastica che potrebbero fondere.

5) Terminata la cottura immergete la padella in acqua calda e mai in acqua fredda. Questo punto è molto importante: la pietra è molto sensibile agli sbalzi termici, accelerarne il raffreddamento potrebbe danneggiarla in modo irreversibile.

6) Per lavarla, dopo averla lasciata a bagno in acqua calda, potete passare una spugnetta abrasiva per eliminare i residui di cibo più ostinati. Sciacquatela poi con acqua tiepida e asciugatela con un canovaccio.

7) Nel riporla, proteggetela con della carta o con un proteggi-pentola per evitare che si scalfisca o si righi.


Non utilizzate mai coperchi non abbinati alla vostra pentola
Buono a sapersi

In commercio si trovano delle pentole di pietra con l’interno smaltato che non necessitano del primo trattamento con olio e che si possono lavare in lavastoviglie.

Ti potrebbe piacere anche...