Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
Una casa più sicura per i bambini

Una casa più sicura per i bambini

La casa è il luogo dove più facilmente avvengono incidenti e infortuni. Ecco alcuni consigli per voi genitori. Per rendere finalmente la vostra casa a prova di bambino!

Casa dolce casa. Ma non sempre sicura

La casa, dal punto di vista della sicurezza personale, è uno dei luoghi più pericolosi per i bambini, ma anche per gli adulti e in particolare per le casalinghe. La maggior parte degli incidenti in età pediatrica avvengono proprio in casa.

Seggioloni, infant-seat, fasciatoi

La caduta accidentale dai seggioloni e infant-seat è uno degli incidenti più frequenti dall’età di 6 mesi. La prima regola è non lasciare incustoditi i bambini neanche per pochi attimi e posizionare in modo sicuro i loro seggioloni.

 

I bambini crescono in fretta e da un giorno all’altro fanno movimenti che non avevamo visto prima. Ci vuole un attimo a sporgersi dal seggiolone e spostarlo su un lato fino a farlo cadere.

 

Riguardo agli infant-seat, non appoggiarli sui piani alti, sui tavoli ad esempio. Sempre meglio metterli per terra e assicurarsi che facciano buon attrito sul pavimento, altrimenti basta una mossa più brusca del bambino a farlo scivolare via.

Un lettino comodo e sicuro

Lo stesso vale per i lettini. Assicurare bene le sponde del lettino, tenendole alzate anche di notte. Il materasso deve avere le stesse dimensioni del lettino per evitare incastri pericolosi di gambe e braccia tra il materasso e le sponde.

 

E che dire del lettone? Non lasciarlo mai dormire da solo nel vostro letto.

Un bagnetto senza pericoli

Fare molta attenzione alla temperatura dell’acqua del bagnetto. Munirsi di un termometro e solo quando l’acqua sta sui 37–38° massimo, immergere il neonato nella sua vasca. Non aggiungere acqua calda mentre il bambino è immerso nell’acqua. Un’azione preventiva in questo caso sta nel tarare l’acqua dello scaldabagno a 45–50°.

Incidenti in cucina

La cucina è la stanza più a rischio della casa. È qui che avvengono la maggior parte degli incidenti domestici. Fornelli, forni e pentolini con cibi e liquidi bollenti sono i principali pericoli.

 

Con i neonati la regola da osservare è una sola: non cucinare con il bimbo in braccio, una delle tentazioni più forti per tenere calmo il bambino mentre gli si prepara la cena.

 

Ma gli incidenti più frequenti in cucina capitano ai bambini oltre l’anno di età, soprattutto quando muovono i primi passi e vanno dappertutto come piccoli esploratori. Mentre meno te lo aspetti arrivano ad afferrare oggetti che solo il giorno prima sembravano irraggiungibili

Le principali regole in cucina

Evitare quindi che il bimbo gironzoli in cucina quando ci sono fornelli e forni accesi, strumenti pericolosi come coltelli, forbici e simili a portata di mano.

 

Fare anche attenzione a trasportare cibi bollenti con il bambino intorno.

 

Attenzione anche al contenuto di cassetti e mobili. Probabilmente si dovranno rivoluzionare un po’ gli spazi in cucina, spostare le posate da un cassetto basso e i detersivi dal posto più scontato (sotto il lavello). Sarà un po’ meno pratico per l’adulto, ma sono precauzioni che permetteranno al bambino di stare più sicuro e di essere anche più libero nella sua casa.

Girando per casa

Spigoli, scale, prese elettriche, ferri da stiro, ma anche lavatrici e altri elettrodomestici rappresentano altri pericoli per i più piccoli, soprattutto quando cominciano a camminare.

 

Si consiglia innanzitutto di proteggere gli spigoli vivi con gli appositi paracolpi e di sistemare gli oggetti pericolosi su piani alti dove il bambino non può arrivare.

 

Togliere dalla portata del bambino i farmaci, magari chiudendoli a chiave.

I pericoli dell’elettricità

La prima prevenzione è assicurarsi che l’impianto elettrico sia a norma e sia dotato di dispositivi di sicurezza: prese con alveoli inaccessibili anche a ferri e ad oggetti di piccole dimensioni e sempre protette dall’interruttore salvavita.

 

Ma educate anche i vostri bambini a temere la corrente, insegnategli a non avvicinarsi alle prese e a non giocarci.

Buono a sapersi
Il consiglio del pediatra: non chiamate mai i farmaci “caramelle” e non prendeteli in presenza dei figli. Controllate che i farmaci e i detersivi abbiano il tappo anti-apertura e tenete sempre a portata di mano il numero di telefono del centro anti-veleno più vicino a casa vostra.