Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
SOS ago e filo: soluzioni fai-da-te per riparare strappi, buchi e cuciture

SOS ago e filo: soluzioni fai-da-te per riparare strappi, buchi e cuciture

Si stacca un bottone dalla camicia o hai un piccolo buco sui pantaloni? Non andare in sartoria: ecco i trucchi per un facile un fai-da-te. Bastano ago e filo.

Dai bottoni ai ditali: gli strumenti per cucire

È caduto un bottone dalla camicia? Abbiamo una tasca bucata da cui continuano a cadere gli spiccioli? C’è da fare l'orlo a un pantalone? Ci sono situazioni in cui saper fare un piccolo rammendo è davvero utile per evitare imbarazzi o spiacevoli sorprese.

 

Non serve essere sarti provetti , né casalinghe tuttofare per tenere in ordine la propria biancheria, basta un cestino con tutto l’occorrente e un po’ di buona volontà. E non si ammettono distinzioni di sesso per mettersi alla prova!

 

Bottoni, aghi, fili da cucito di vari colori, infila aghi, ditali, spilli, forbicine piccole, forbici per tessuto, gessetti.

Come si attacca un bottone

Bottone con gambo

 

Usare un filo del colore dell’indumento o che si accosti bene e fissarlo sul dritto della stoffa con piccoli punti. Quindi appoggiare il bottone sulla stoffa, infilare l’ago nel gambo e poi nel tessuto. Ripetere questo 3 o 4 volte.Infine fissare il filo con 3 o 4 punti.

 

Bottone con fori

 

A 2 fori

 

Fermare il filo sul rovescio del tessuto, poi passare da un foro del bottone e uscire con l’ago dritto. Tornare sul retro passando sull’altro foro. Eseguire questa operazione per 3 o 4 volte.

 

A 4 fori

 

Per il bottone a 4 fori si può incrociare il filo a croce, a quadrato, o facendo due linee parallele. Per i bottoni su impermeabili o soprabiti sarebbe bene rafforzarli per evitare strappi, magari cucendo un piccolo bottone piatto nella parte interna in corrispondenza del bottone esterno per evitare che il filo tiri e “seghi” direttamente il tessuto.

 

Bottoni automatici

 

Sono quelli piccoli, tondi di metallo che si incastrano tra loro e si nascondono nel tessuto. Per cucirli sul tessuto basta passare più volte l’ago nei fori lungo la circonferenza dei bottoni ed è fatto.

Come fare l’orlo ai pantaloni

Serve un po’ di manualità, ma non è impossibile. Prima di tutto indossare il pantalone e davanti allo specchio fissare la lunghezza, fermandola con degli spilli.

 

Stirare la piega facendo attenzione a non passare sopra gli spilli. Se il tessuto all’interno è molto lungo, è meglio tagliarne una parte e lasciare circa 4 centimetri.

 

Verificare che l’orlo sia ben piatto e rifinire il bordo tagliato con una cucitura a zig-zag, per evitare che si sfrangi.

 

A questo punto imbastire l’orlo, mezzo centimetro più in basso del bordo appena rifinito. Finalmente cucire con un punto diagonale. Una regola da sarti: la parte anteriore può toccare appena la scarpa, mentre quella posteriore deve essere un po’ più lunga (circa mezzo centimetro).

Un orlo veloce senza ago e filo

Occorrente: ferro da stiro, spille da balia, striscia di tela termoadesiva (si acquista in merceria).

 

Innanzi tutto tagliare la stoffa in eccesso. Segnare con un gessetto l’orlo. Posizionare la striscia termoadesiva tra l’orlo e il tessuto. Infine stirare… e l’orlo è fatto!

Trucchi per riparare un tessuto strappato

Possibilmente usare il filo dello stesso filato del capo. Sistemare sotto il buco un supporto, il famoso uovo per esempio, perfetto per i calzini, ma non solo. Cominciare con punti lunghi verticali, restando a qualche millimetro di distanza dalla zona da rammendare: serve per tenere fermo il tessuto e vicine le due parti strappate. Solo dopo questi accorgimenti è bene rammendare il tessuto strappato o bucato con punti stretti.

Buono a sapersi
Non mettete mai nell’armadio un indumento che non sia in perfette condizioni, non appendete una camicia a cui manca un bottone, o una camicetta con uno strappo sulla manica. E non riponete nei cassetti, magari stirate e ben piegate, delle belle magliette macchiate. Eviterete di sicuro di trovarvi fuori casa e accorgervi di avere addosso qualcosa di sbagliato.