Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
Ricette estive: la marmellata di fragole fatta in casa

Ricette estive: la marmellata di fragole fatta in casa

Incontrastate regine della bella stagione, ecco una conserva veloce e gustosa tutta a base di fragole, che consigliamo di scegliere ben mature per una confettura davvero profumata, perfetta per ricordarci durante tutto l’anno il dolce sapore dell’estate. Invasiamola a caldo, per evitare la fase di sterilizzazione tramite bollitura.

Ingredienti

  • 1 kg e 200 g fragole
  • 800 g di zucchero
  • succo di limone

PREPARAZIONE

Lavare le fragole, allargarle su un panno e farle asciugare bene.

 

Eliminare il picciolo e dividerle in due parti; quelle più grosse possono essere divise in quattro spicchi. 

 

Una volta asciutte, mescolare fragole, zucchero e succo di limone in una ciotola. 

Dopo aver ben mescolato gli ingredienti, ricoprire la ciotola con la pellicola trasparente e far riposare il tutto in frigorifero fino al giorno dopo.

 

Il giorno successivo le fragole saranno immerse in un abbondante succo. Versare tutto il contenuto della ciotola in una casseruola di acciaio e metterla sul fuoco. 

 

Mescolare fino a raggiungere l’ebollizione, poi con una schiumarola raccogliere le fragole ben sgocciolate e tenerle da parte.

 

Mantenere il liquido in ebollizione, a fuoco vivace, per una decina di minuti fino a quando si saranno formate delle grosse bolle in superficie. È il momento di unire le fragole, abbassando la fiamma e proseguendo la cottura per 15 minuti circa, schiumando ogni tanto.

Al termine della cottura la confettura è pronta. Per preparare l’invasatura a caldo, scaldare 4 barattoli da 250 ml aperti nel forno ben caldo a 120°C per una decina di minuti. 

 

Versare la confettura ancora bollente nei barattoli caldissimi che vanno recuperati dal forno con una pinza. La confettura dovrà letteralmente sfrigolare e i barattoli dovranno essere subito chiusi con i coperchi, bolliti precedentemente e lasciati asciugare

 

Attraverso questo procedimento di invasatura a caldo è possibile evitare la bollitura utile per la sterilizzazione. 

 

Nella fase di raffreddamento l’aria si comprimerà creando il vuoto (il coperchio farà il classico “clac”) e la conserva potrà essere consumata senza rischi per la salute anche dopo alcuni mesi.

Vota la ricetta

Buono a sapersi
Le fragole non contengono pectina: ecco perché questa confettura rimane piuttosto fluida. Per una composta più densa, la cottura può essere prolungata fino al raggiungimento della densità desiderata. Dato che si perderanno un po’ i profumi, per chi ama una composta più densa, meglio allora aggiungere pectina seguendo le istruzioni della confezione.
MEMO SPESA
DOVE VUOI CHE VENGANO INSERITI GLI INGREDIENTI