Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
Quando i gatti sporcano in casa: cosa vuol dire e come evitarlo

Quando i gatti sporcano in casa: cosa vuol dire e come evitarlo

I gatti sono animali notoriamente puliti, dedicano moltissimo tempo alla cura del pelo e della igiene personale. Ma anche loro possono lasciare tracce sgradite in casa. Vediamo perché e come evitarlo.

Cosa ti vuole dire il tuo gatto quando sporca in casa

I gatti passano ore e ore della giornata a leccarsi per mantenere pulito il pelo. Si abituano subito a usare la cassetta igienica per fare i propri bisogni. Se sono appena arrivati in una nuova casa basta mostrargliela, magari posarceli dentro, e d’istinto cominciano a usarla.

 

Può capitare che un gatto lasci i propri escrementi fuori dalla cassetta igienica, in luoghi inusuali dentro casa. Un inconveniente non da poco, che va risolto quanto prima.

 

Ma vediamo prima quali possono essere le cause. A meno che non ci sia un disturbo dovuto a una malattia, i motivi possono essere due:

 

1. Vuole comunicarci qualcosa, per esempio un disagio per essere stato lasciato a lungo da solo, oppure una richiesta di attenzione.

 

2. C’è qualcosa che non va con la cassetta.

 

Nel primo caso cercherete di dedicare più attenzione al vostro gatto. Conoscendo le sue abitudini, basteranno un po’ di considerazione e di pazienza per scoprire presto cosa vuole. Ma la maggior parte delle volte, il problema è ancora più facile da risolvere perché sta proprio nella cattiva gestione della cassetta. Basterà fare qualche piccolo cambiamento e rispettare alcune semplici regole perché il vostro gatto torni a usare la lettiera di sua spontanea volontà, risolvendo il problema immediatamente.

Come risolvere i possibili problemi con la cassetta del gatto

1. La cassetta non è nel luogo adatto e va spostata: deve stare in un posto riparato, non troppo rumoroso, non esposto alle correnti d’aria né al passaggio delle persone.

 

2. La cassetta è troppo vicino al cibo. Allontanarla dalle ciotole, sono due situazioni diverse e hanno bisogno di due spazi separati.

 

3. La lettiera non è abbastanza pulita. Cambiatela più spesso.

 

4. La cassetta non è abbastanza pulita. Lavatela periodicamente con saponi non profumati e con acqua calda.

 

5. Il tipo di lettiera non piace al vostro gatto (sabbiolina troppo fine, sassolini troppo profumati). Provate un altro tipo.

 

6. Il tipo di cassetta non piace al gatto (troppo piccola, troppo grande, non lascia libertà di movimento). Anche i gatti hanno i loro gusti, provate a cambiarla, e troverete quella di suo piacimento.

Un piccolo rimedio per l’urina di gatto

Un rimedio infallibile per eliminare quello sgradevole e pungente odore di urina di gatto dai tessuti è l’aceto. Impregnate una spugnetta con un po’ di aceto bianco, strofinate la zona interessata e lasciare agire per una decina di minuti. Quindi lavate o ripassate con una spugnette con acqua tiepida e detersivo. L’odore scomparirà.

Rimedi ai peli di gatto

Come fare poi con i peli di gatto che lasciano ovunque in casa, specialmente in certi periodi dell’anno, quando basta sedersi nei loro posti preferiti per ritrovarsi con gli abiti coperti di peli? 

 

L’unico rimedio è quello di provvedere, soprattutto ai cambi di stagione, a una regolare spazzolatura del pelo: rimuoverà i peli destinati a cadere, ma pulirà anche dalla forfora dovuta al distacco delle cellule cutanee morte.

Buono a sapersi
La perdita di pelo non è sintomo di un malessere, né un fenomeno anomalo. Ci sono due periodi nell’anno in cui il gatto perde molto pelo: quando finisce l’inverno e inizia la bella stagione si libera del sottopelo lanoso (caldo), mentre con l’arrivo del freddo si libera del pelo leggero per sostituirlo con uno più folto.