Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
Quando i bambini fanno OHM

Quando i bambini fanno OHM

Fare Yoga è uno dei migliori modi per rilassare corpo e mente. Quello che forse non sai è che questa disciplina può essere condivisa anche con i tuoi piccoli: vediamo insieme come.

Yoga: perfetto per mamme e bambini

Si può fare al mattino appena svegli, o al ritorno da scuola o dal lavoro. Bastano vestiti comodi, una stanza con un po’ di spazio e 20 minuti, due o tre volte alla settimana. Aiuta a respirare meglio, rilassarsi, avere una postura corretta e coordinare i movimenti, ed è perfetto per mamme e bambini. Di cosa stiamo parlando? Dello yoga, naturalmente!
Che lo yoga sia una pratica benefica per la mente, ma anche per il corpo, è cosa nota: non a caso negli ultimi anni questa disciplina si è diffusa moltissimo anche in Italia. Secondo le stime, nel 2011 gli italiani che praticavano yoga erano più di 1 milione, e oggi questo numero sembra raddoppiato. Gli amanti dello yoga sono moltissimi; non tutti, però, sanno che questa pratica può essere divertente e stimolante anche per i più piccoli.

Yoga con i bambini: quando, come e perché

In India, patria d’origine dello yoga, i bambini iniziano ad avvicinarsi allo yoga a 8 anni; a quell’età, infatti, si hanno le caratteristiche per iniziare la pratica in modo serio e regolare. Ma se è fatto come un gioco, in modo divertente, rispettando le abilità dei bambini, lo yoga può essere stimolante e appassionante già a partire dai tre anni. In questo stadio della crescita, il nostro il bambino ha sufficiente autonomia di movimento e linguaggio, e può apprezzare tanti aspetti dello yoga: le posizioni ispirate agli animali come il cane, il gatto, il leone; il senso di relax e tranquillità che può dare, e soprattutto il fatto che sia legato a un tempo speciale da trascorrere a tu per tu con la mamma.

Fare yoga può essere stimolante e appassionante già a partire dai tre anni

Prima di iniziare

Lo yoga è una pratica rilassante, non competitiva, che non richiede troppi sforzi; questo non significa, però, che possiamo praticarlo con leggerezza. Se siamo in gravidanza o abbiamo problemi di salute particolari, ai muscoli o alle articolazioni, è meglio non fare esercizi senza la guida di un esperto!

 


Prima di iniziare, controlliamo che l’ambiente, in casa o al parco, sia adatto – non troppo caldo né troppo freddo – e che i nostri bambini indossino vestiti comodi ma non troppo larghi: dovranno potersi muovere in tutta libertà, ma non rischiare di impigliarsi o essere impacciati nei movimenti. Importantissimo è anche che abbiano mangiato da almeno due ore, per evitare che abbiano nausee o mal di stomaco. A questo punto, non resta che spiegare loro che dovranno respirare in modo naturale, senza mai trattenere il fiato, e avvisarci se una posizione è fastidiosa o dolorosa. Non ci resta che iniziare!

Riscaldiamoci!

Per cominciare, è importante riscaldarsi e sciogliere la tensione: un buon esercizio può essere quello di stare in piedi e ruotare le braccia avanti e indietro. Come se fossero le pale di un mulino che girano! Possiamo poi sederci sul tappetino da yoga a gambe incrociate e ripetere semplici movimenti: alzare e abbassare le spalle tenendo le braccia rilassate lungo i fianchi, quindi ruotare lentamente la testa oppure intrecciare le dita delle mani e allungarle sopra la testa.

Riscaldarsi è importante

Cobra, gatto e cane

Una volta fatti i primi, semplici esercizi, è ora di passare al vero divertimento! Tre posizioni ispirate al mondo animale saranno perfette per far divertire il nostro bambino. Cominciamo con il “cane a testa in giù": è una delle posizioni più note, ed è perfetta per allungare i muscoli. Perfetta per distendere e sciogliere la muscolatura della schiena è anche la posizione del gatto. Ma i nostri bimbi probabilmente adoreranno la posizione del cobra: oltre a rendere i muscoli più flessibili, permetterà loro di sibilare e sentirsi forti e potenti come un serpente!

Prima di dormire

Il momento della giornata più bello per fare yoga è forse la sera: ritagliarsi un po’ di tempo per fare qualche esercizio insieme ai nostri figli prima di dormire sarà un piccolo rito piacevole, divertente e rilassante, che li aiuterà a dormire meglio. Attenzione, però, a scegliere le posizioni giuste: tra quelle più consigliate, la Farfalla, la Montagna, il Loto!

Per saperne di più

  • Juliet Pegrum, Yoga con i tuoi bambini, Demetra 2014
  • Piccolo yoga. Come creare lezioni di yoga per bambini da 5 a 11 anni con giochi, esercizi e favole per crescere, Macreo 2016
  • Oltre 1,2 milioni di followers per questa mamma, che pubblica splendide foto degli esercizi eseguiti in coppia con la figlia. Posizioni difficili da imitare – stiamo parlando di una campionessa – ma bellissime da vedere! Laurasykora