Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
Potenziare la memoria e la creatività: due esercizi semplici e efficaci

Potenziare la memoria e la creatività: due esercizi semplici e efficaci

Anche la memoria può essere allenata e potenziata. Ecco qualche regola base e qualche semplice esercizio per imparare a non perdere la testa!

I 3 aspetti della memoria

A chi non piacerebbe imparare ogni giorno nuove cose e incamerare moltissime informazioni senza sforzi? Ci sono metodi che allenano la memoria e funzionano benissimo sui giovani e meno giovani, non solo negli studi, per dare esami o prepararsi a un concorso, ma nella vita di tutti giorni per mantenere in forma la mente e, perché no, mostrarsi brillanti nella conversazione.

 

 

L’apprendimento non è una dote innata né un’attitudine personale e non c’entra niente con i fattori genetici. Apprendere è un’arte che può essere insegnata.

 

Ci sono tecniche per memorizzare recenti e attualissime, sempre più diffuse in tutti i paesi, Italia compresa, che si basano su alcuni principi fondamentali:

 

memoria visiva

associazione

fantasia

 

La memoria visiva è quella che più incide sul ricordo: l’85% rispetto alla memoria uditiva che invece incide per il 15% circa. Questo significa che le immagini restano molto più impresse nella mente di un messaggio ascoltato.

 

Pensiamo a un gruppo di persone nuove che ci viene presentato, con tanto di nomi e cognomi. Dopo poco è molto probabile aver dimenticato i nomi, ma ricorderemo bene un volto o una caratteristica fisica. L’associazione è quella che la mente crea naturalmente tra una informazione e un’altra. Il classico esempio è quello di una canzone che ci riporta a una vacanza al mare. La nostra mente fa moltissime associazioni ogni giorno e, grazie a questa catena che lega un anello a un altro, mantiene in memoria un bagaglio di informazioni molto ampio. La fantasia ha il grande potere di produrre un risultato duraturo nella memorizzazione. Essa è naturalmente legata al lato creativo, ma anche a quello emotivo: si pensi al primo bacio, che non si dimenticherà mai.

 

Abbiamo detto che l’apprendimento trae benefici dalla memoria visiva, dall’associazione e dalla fantasia. Potenziare questi significa allora allenare la nostra mente.

 

Regola n°1 — Osservare: cominciare a guardare con attenzione la realtà che ci circonda.

Come allenare la memoria visiva

- Cerca una immagine da un libro, un giornale, una fotografia ecc.

 

- Dai uno sguardo veloce all’immagine (un paesaggio, la stanza del tuo ufficio, una strada). - Dividi l’immagine in quattro parti e cerca dei punti di riferimento in ciascuna parte. Osserva tutti i particolari di ciascuna parte.

 

- Annota gli elementi che si ripetono e quelli che compaiono una sola volta.

 

- Copri l’immagine e prova a ricostruirla mentalmente.

 

- Verifica poi guardando l’immagine che la tua ricostruzione sia corretta o se ci sono delle mancanze. Puoi ripetere lo stesso esercizio fino a raggiungere la perfezione.

 

Regola n°2 — Ritrovare il bambino che è in te: è possibile ottimizzare le proprie capacità creative, ma prima di tutto è necessario farle riaffiorare.

Come allenare creatività e fantasia

Il Brainstorming è forse tra le più conosciute tecniche di creatività. Prevede di mettere insieme un gruppo di persone a produrre idee su un tema, generalmente alla ricerca di una soluzione a un problema: le idee dei partecipanti devono emergere liberamente, senza un ordine prestabilito. È apprezzata la creatività e nessuno può commentare le idee degli altri.

Come usare la tecnica del brainstorming

Puoi usare la tecnica del brainstorming da solo, ma devi basarti su queste regole: non pregiudicare, non criticare, quantità non qualità.

 

Ecco come fare:

 

- immagina di essere in una riunione e di stare cercando il nome di un nuovo profumo da mettere sul mercato;

 

- comincia a buttare giù le prime cose che ti vengono in mente: più ne vengono e meglio è, non ti preoccupare di trovare significati logici e vai avanti dove la fantasia ti conduce;

 

- fai una cernita, scartando quello che non ti convince, via via le alternative saranno sempre meno. Questo esercizio serve a far riaffiorare la fantasia e di conseguenza a sviluppare uno dei lati principali della memoria.

Buono a sapersi
Questi sono esercizi che si possono riportare in situazioni di vita quotidiana per fare allenamento in ogni momento e in qualsiasi luogo si voglia: in casa, all’aperto, durante la pausa caffè al lavoro, in treno.