Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
Martini e Tonic

Martini e Tonic

In piena estate l'Italia è abbellita da lunghe serate calde. Martini e Tonic è stato creato negli anni '70 con quei momenti nella mente per modernizzare il Martini Bianco/Rosso e trasformarlo in un long drink rinfrescante. Leggero, fresco e frizzante: un long drink cool da godersi quando il giorno si trasforma nella notte.

Ingredienti

  • 50% Martini Bianco o Rosso
  • 50% Acqua Tonica
  • Fetta di lime o di arancia
  • Tanto ghiaccio

PREPARAZIONE

MARTINI BIANCO E TONIC

Riempi un bicchiere baloon di ghiaccio, versa in parti uguali Martini Bianco e acqua tonica, mescola e aggiungi una fetta di lime.

MARTINI ROSSO E TONIC

Riempi un bicchiere baloon di ghiaccio, versa in parti uguali Martini Rosso e acqua tonica, mescola e aggiungi una fetta di arancia

La ricetta originale del Martini è un segreto ben custodito. Si sa, però, che vengono usate più di 40 essenze botaniche naturali: tra le principali ricordiamo specie della flora alpina come l'artemisia, la camomilla, la genziana e le violette; gli aromi mediterranei dell'iris fiorentino e dei boccioli di rosa gallica, dei limoni e delle arance amare; e infine varietà esotiche quali dittamo, cannella, chiodi di garofano, legno di quassia e corteccia di cascarilla.

Martini è un mix nato dall'incontro di due personalità straordinarie quali Alessandro Martini e Luigi Rossi, che ha messo a punto la ricetta nel 1863. Dopo un secolo e mezzo di storia, per garantire che il gusto sia sempre della massima qualità occorrono ancora tempo, cura e dedizione. Ed è per questi motivi che soltanto grazie alla passione e all'esperienza artigianale degli enologi di Casa Martini è possibile ottenere un prodotto dal contenuto grado alcolico (14,5%), basato sul perfetto sposalizio tra il vino fiore (che proviene da una pigiatura gentile dei grappoli) e più di 40 essenze naturali.

La ricetta segreta comunque è tuttora conservata nel caveau di una banca di Ginevra.  

Vota la ricetta

MEMO SPESA
DOVE VUOI CHE VENGANO INSERITI GLI INGREDIENTI