Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter

Macchie sui tappeti: ad ognuna il suo rimedio Pulizie

  1. Argomento Tessuti
  2. Volete pulire i tappeti di casa e non sapete da dove cominciare? I tappeti richiedono cure periodiche e personalizzate, non trascurateli. Ecco alcuni consigli pratici per una “pulizia fai da te” economica, facile ed efficace, degna delle migliori imprese di pulizia.

  3. Condividi

Tappeti colorati, dal pelo lungo o corto, moderni, antichi, tappeti orientali, persiani, di lana, di corda e di gomma. Ognuno ha i propri rimedi per togliere l’accumulo della polvere e le macchie. Vediamo i consigli giusti per pulirli senza rovinarli.

 

TAPPETI MODERNI

 

Togliere la polvere col battipanni

 

Se avete un terrazzo o un luogo aperto dove sbattere i tappeti, questa è sempre una buona soluzione: sbatterli sul retro con un battipanni. In alternativa, ma anche in aggiunta, passare l’aspirapolvere sui tappeti di lana di ogni tipo e sulle stuoie, da entrambi i lati. Si consiglia di aspirare spesso soprattutto nel caso di tappeti a pelo lungo, perché accumulano molta polvere. Se i tappeti sono delicati è meglio usare l’aspirapolvere solo sul retro, così non si rischierà di indebolirne le fibre.

 

Pulire a fondo con crusca o bicarbonato

 

Se il tappeto necessita di una pulizia più a fondo, si suggerisce di cospargerlo di crusca o di bicarbonato, muovere un po’ il tappeto e lasciare agire un paio di ore. Quindi aspirare per eliminare eventuali residui.

 

Lavare periodicamente con acqua e sapone

 

I tappetini di gomma possono essere lavati con acqua e sapone, o anche con acqua e succo di limone, che eviterà che diventino scivolosi. Prima di riappoggiarli sul pavimento farli asciugare bene. Questo vale anche per i tappetini di corda. Vanno poi sciacquati bene e fatti asciugare. Evitare sempre la lavatrice, a meno che non si tratti di tappetini di cotone da bagno o da sottolavello in cucina.

 

TAPPETI PERSIANI

 

Lo strumento più classico: la scopa

 

Passare l’aspirapolvere su entrambi i lati del tappeto, facendo attenzione a seguire la direzione del pelo. Si può passare anche più volte per eliminare bene lo sporco, però attenzione: se il tappeto è molto antico e consumato dal tempo, si sconsiglia del tutto di usare l’aspirapolvere perché la sua azione è troppo aggressiva: meglio spazzare il tappeto con una scopa a setole dure. Agire con forza e raccogliere su un lato lo sporco.

 

Lavaggio tradizionale con aceto o ammoniaca

 

Per lavare i tappeti persiani il metodo più comune è quello di usare uno straccio inumidito con acqua e ammoniaca o con acqua e aceto (massimo 2 cucchiai per litro di acqua). Fare attenzione a passare lo straccio seguendo sempre la direzione del pelo. I colori risulteranno ravvivati. Si possono lavare anche usando lo shampoo o la schiuma secca, stando attenti a non impregnare il tessuto e a togliere ogni residuo. Come con i tessuti delicati, prima di utilizzare qualsiasi prodotto è consigliabile fare una prova su un angolo nascosto. Lasciare asciugare sempre completamente il tappeto prima di camminarci sopra.

 

Cosa NON fare con i tappeti antichi

 

Non esporli al sole per evitare di danneggiare il tessuto. Non batterli con il battipanni per non rovinare le fibre. Non appoggiarvi sopra mobili che possano sciupare il pelo o lasciare il segno. Non scuoterli tirandoli da un’estremità.

 

ELIMINARE OGNI TIPO DI MACCHIA

 

Spesso sui tappeti rimangono piccole o grandi macchie da eliminare. Se la macchia è fresca, il metodo dell’aceto rimane sempre valido, anche per la più ostinata. Altrimenti vediamo come agire macchia per macchia.

 

Bevande alcoliche

 

Assorbire il liquido con la carta assorbente, poi passare con un panno bagnato in una miscela di acqua e aceto bianco e alcol. Lasciare asciugare.

 

Unto

 

Assorbire il più possibile l’unto con carta assorbente, poi cospargere con talco e spazzolare.

 

Caffè

 

Tamponare con acqua tiepida leggermente saponata.

 

Vino rosso

 

Cospargere la macchia con sale fino, poi tamponare e far asciugare.

 

Cioccolato

 

Tamponare la macchia con acqua, poi con acqua e sapone e poi ancora con acqua. Lasciare asciugare.









Buono a sapersi

E per rimuovere i cattivi odori dai tappeti? Se la pulizia con il bicarbonato - che già di per sé neutralizza gli odori - non basta, si consiglia di aggiungere a questo qualche goccia di lavanda o degli oli essenziali. Versare il composto sul tappeto, lasciare agire per qualche ora e infine rimuovere i residui del bicarbonato con l’aspirapolvere o la scopa.

Ti potrebbe piacere anche...