Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
Le nove cose da non perdere in un weekend a Copenaghen

Le nove cose da non perdere in un weekend a Copenaghen

Una meta a misura di weekend con tante attrattive e l’atmosfera giusta per il relax. Ecco le nove cose da non perdere in un viaggio lampo a Copenaghen.

Alla scoperta di Copenaghen

Copenaghen è una di quelle capitali europee che puoi visitare anche solo in un weekend: con poche tappe puoi farti un’idea della città, delle persone e della vita, pur lasciandoti la voglia di tornare. È una città adatta per ogni tipologia di turisti, che siano­ famiglie con bambini, coppie, amanti della natura e dell’arte. Si può girare a piedi, in autobus, in metro, ma soprattutto in bicicletta, dato che è provvista di una fitta rete di piste ciclabili da percorrere in tutta sicurezza e tranquillità.

Dalla Sirenetta a Christiania, le visite da non perdere a Copenaghen

La Sirenetta, simbolo della capitale danese, vale almeno un’occhiata. Una statua di bronzo seduta su uno scoglio sul lungomare che abbellisce il porto e lo rende famoso da oltre un secolo. Ispirata alla Sirenetta della favola di Andersen, fu realizzata dallo scultore Edvard Eriksen nel 1913.

 

Il Castello di Amalienborg, la residenza invernale della famiglia reale, costituita da 4 palazzi che si affacciano su una magnifica piazza a forma ottagonale. Dell’intero complesso si può visitare il Palazzo di Christian VIII dove si trovano il museo, gli appartamenti reali, la sala della regina Louise e lo studio di Christian IX e molto altro ancora, tutto arricchito da mobilio e decorazioni incantevoli.

 

Il Museo Nazionale, una tappa obbligatoria per gli amanti dell’arte. Si trova nella settecentesca residenza della famiglia reale e raccoglie una collezione ricchissima di reperti e oggetti che raccontano la storia della Danimarca dall’epoca preistorica ai giorni nostri.

 

Stroget, la principale via pedonale della città, ricca dei più bei negozi di design, di caffè e ristoranti. Vero fulcro della vita cittadina, d’estate è animata tutto il giorno da feste e artisti di strada.

 

La casa delle favole di Andersen, un museo dove è stato ricreato il mondo fantastico dello scrittore danese. Attraverso effetti luminosi e quadri parlanti possiamo rivedere le scene delle favole per bambini più lette di tutto il mondo.

 

Il Parco di Tivoli, il più antico parco di divertimenti nel mondo. D’estate nel giardino risuonano musiche rock e jazz e i fuochi d’artificio lo illuminano di notte. Si possono fare giri rilassanti su piccole barche o azzardare corse adrenaliniche sulle montagne russe.

 

Christiania, la Città Libera. Un quartiere a parte, autogovernato e indipendente dal resto del Paese. Uno spaccato di vita e di mondo che ci rimanda agli anni Settanta, quando un gruppo di hippy decise di occupare questa zona, costituita da edifici militari abbandonati, e fondare una vera e propria città nella città. Oggi ci offre eco-ristoranti, negozi originali, gallerie d’arte e luoghi di musica. Per visitarla vanno rispettate 2 regole: niente fotografie e niente cellulare.

 

La Torre Circolare, uno dei più antichi osservatori d’Europa. Vale la pena andarci anche solo per godere della spettacolare vista dalla piattaforma in cima alla Torre.

 

Un giro in battello lungo i canali, perché vedere la città dall’acqua è un’esperienza da non perdere. Si possono godere viste dei monumenti principali, chiese, castelli e lunghe file di facciate colorate. È molto caratteristico. Sicuramente “per turisti”, ma indubbiamente affascinante.

La Sirenetta

Stroget

Il Castello di Amalienborg

Il Parco di Tivoli

Buono a sapersi
L’estate danese regala giornate lunghe e luci intriganti. Tavolini all’aperto spuntano un po’ ovunque e non mancano per le strade concerti, festival, animazioni di ogni genere e gli irrinunciabili tour in canoa.