Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
La piadina romagnola: una ricetta veloce e tutta italiana

La piadina romagnola: una ricetta veloce e tutta italiana

Tipica della cucina romagnola, la piadina oggi è considerata un cibo di strada. Ideale per un pranzo veloce, da mangiare tiepida o calda, salata o dolce.

Ingredienti

  • 500.00 g di farina 0
  • 80 g di strutto
  • 1.00 cucchiaino di lievito per torte salate
  • bicarbonato
  • 100.00 ml di acqua gassata a temperatura ambiente
  • 100.00 ml di latte a temperatura ambiente
  • 2 cucchiaini di sale

PREPARAZIONE

Questo disco tondo di “pane” piatto si serve piegato a metà e farcito in vari modi. Indiscutibile la classica farcitura con prosciutto crudo e squacquerone, ma ci si può mettere veramente di tutto: rucola e stracchino, stracchino e salsiccia, prosciutto cotto e mozzarella e per i vegetariani mozzarella e verdure cotte di ogni stagione. Per una versione vegana basta sostituire nell’impasto lo strutto con l’olio ed eliminare il latte: il risultato sarà comunque ottimo. Per gli amanti del dolce si può proporre una piadina ripiena di Nutella o marmellata.

 

In commercio si trova anche precotta, ma vediamo come preparare l’impasto per avere piadine fresche fatte in casa. Mettiamoci subito al lavoro!

Setacciare la farina insieme al lievito in una ciotola ampia o sulla spianatoia. Unire il sale e una puntina di bicarbonato e fare la fontana. Aggiungere lo strutto a fiocchetti, il latte e l’acqua e impastare con energia per qualche minuto, fino a ottenere una pasta morbida ed elastica.

Fare con il composto una palla, avvolgerla con la pellicola e lasciarla riposare per circa un’ora a temperatura ambiente.

 

Passato questo tempo lavorare la palla per formare un cilindro e dividerlo in 6 pezzi.

 

Con questi formare altrettante palline e stenderle con il mattarello infarinato formando dei dischi più o meno regolari con uno spessore di 3–4 mm.

Per la cottura: mettere sul fuoco una piastra di ghisa o una padella antiaderente e farla scaldare molto bene, quindi far cuocere la piadina non più di 2 minuti per lato.

 

Durante la cottura, bucherellare l’impasto in più punti in modo che rimanga piatto e il calore penetri all’interno.

 

Si formeranno delle bolle in superficie (bolle che sotto saranno bruciacchiate): questo è il momento di girare la piadina e terminare la cottura.

Via via che sono pronte, chiudere le piadine dentro un panno per mantenerle calde. Quindi procedere con la farcitura a piacere e servirle.

 

Se non si servono subito, possono essere conservate chiuse nel panno (come il pane). Al momento dell’uso è preferibile scaldarle un attimo prima di farcirle.

Vota la ricetta

Buono a sapersi
Per evitare che si secchi e si indurisca, la piadina deve essere cotta in tempi rapidi e a calore molto forte. Così rimane morbida e risulta più semplice piegarla in due dopo averla farcita.
MEMO SPESA
DOVE VUOI CHE VENGANO INSERITI GLI INGREDIENTI