Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
La manutenzione del camino e l’antico mestiere dello spazzacamino

La manutenzione del camino e l’antico mestiere dello spazzacamino

Nelle giornate di autunno è bello ritrovarsi intorno al focolare. A patto che sia pulito e funzionante. Ecco alcuni trucchi per una pulizia fai da te, senza escludere l’intervento dello spazzacamino.

La bellezza del camino

Con l’arrivo del freddo non aspettiamo altro che accendere il fuoco e goderci del tempo davanti al caminetto acceso. Il fuoco scalda e illumina, lo scoppiettio ipnotizza e osservarlo rilassa. C’è qualcosa di atavico in tutto questo, una spiegazione che risale alla evoluzione dell’uomo e al suo rapporto con il fuoco.

 

Vediamo allora come tenere il nostro prezioso camino in perfetta forma per poterne godere pienamente nelle fredde giornate d’inverno. La corretta manutenzione del camino permette il migliore funzionamento e alcuni interventi fatti regolarmente sono necessari per garantirne la massima efficacia.

Spazzacamino fai da te

Pulire il camino non è difficoltoso e gran parte delle operazioni possono essere fatte in casa. Si tratta infatti di rimuovere la cenere, pulire la canna fumaria e pulire le superfici. Vediamo come affrontarle per una costante manutenzione.

Pulire la canna fumaria

Procuratevi lo scovolo, una spazzola metallica con manico allungabile. Scegliete la spazzola in base al materiale della canna fumaria (di solito di ghisa, acciaio o cemento) e in base alla sua forma e dimensione (ce ne sono quadrangolari o circolari).

 

A camino spento, spruzzate le pareti di aceto bianco e usate la spazzola con un movimento dall’alto al basso per liberare le pareti interne dalla fuliggine (quanto più possibile, ma non potrete comunque far brillare la vostra canna fumaria!). Quindi sciacquate con acqua e asciugate con un panno di cotone.

 

Attenzione, questi sono gli inconvenienti di una canna fumaria sporca: 

 

- emanazione di cattivi odori;

- a camino spento la fuliggine cade sul pavimento; 

- il tiraggio non è efficace come dovrebbe e a fuoco acceso i fumi rientrano nell’ambiente.

Pulire le superfici

Generalmente è sufficiente una spugna imbevuta di acqua e aceto per pulire qualsiasi superficie del caminetto a camera chiusa. Oppure usate il prodotto più indicato per il materiale specifico. 

 

Per le superfici di vetro che tendono a opacizzarsi, usate carta di giornale e cenere fine.

Seguite questi passi: inumidite il giornale e intingetelo nelle ceneri più sottili, quindi strofinate il vetro per rimuovere le incrostazioni; sciacquate poi con un foglio pulito e asciugate bene.

Rimuovere la cenere

Bastano una paletta e una piccola scopa di saggina per rimuovere la cenere. L’inconveniente però è quello di sollevarla e spargerla ovunque fuori dal caminetto. 

 

Ecco un trucco per evitare che questo accada: quando la legna sta ancora bruciando, spargetevi del sale grosso sopra, questo riduce il fumo che normalmente si alza quando si utilizza la paletta e riduce anche la produzione di fuliggine.

 

Se pensate di tenere spento il caminetto per più di una settimana, eliminate la cenere più a fondo. Ecco il trucco: una volta eliminato il grosso, cospargete la base del camino con fondi di caffè umidi e poi spazzate via il tutto con la scopa e la paletta. Questo permetterà di assorbire ogni traccia di cenere e così non si solleverà alcuna polvere.

Buono a sapersi
Oltre alla manutenzione fai da te, almeno una volta all’anno rivolgiti allo spazzacamino. Il suo intervento sarà importante per controllare il corretto funzionamento del tuo camino anche in base alle normative vigenti sulla sicurezza.