Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
L’arte formato bambino: musei ed esperienze da vivere in famiglia

L’arte formato bambino: musei ed esperienze da vivere in famiglia

Pablo Picasso ha detto che “ogni bambino è un artista, ma il problema è restare artisti quando cresciamo”. Chiunque abbia a che fare con un bimbo sa quanto questo sia vero: usare colori, forme o avere idee in completa libertà per i più piccoli è una regola.

Piccoli artisti

I bambini, però, sono straordinari non solo quando creano le loro opere d’arte, ma anche quando osservano. Quadri, musei, sculture sono per loro uno stimolo fortissimo di fronte al quale arrivano con occhi nuovi, pronti a cogliere i dettagli più insoliti e a interpretarli in modo del tutto originale. Da veri artisti, insomma! Per questo motivo non è mai troppo presto per portare i nostri figli – o nipoti – a visitare un’esposizione o ammirare un capolavoro artistico: per loro sarà un nutrimento straordinario.

 

Lo sanno bene i musei, che sempre di più si attrezzano ad accogliere i piccoli visitatori con laboratori o eventi dedicati tutti per loro. Molti centri culturali ormai prevedono attività per l’intera famiglia: una gita per ammirare l’arte può diventare così un momento speciale da vivere tutti insieme e ricordare per sempre. Ecco alcuni di questi luoghi d’arte speciali dove i bambini sono benvenuti.

1. Firenze, la città dei bambini

È la capitale dell’arte e tra i tanti turisti che visitano i suoi monumenti i bambini sono davvero i benvenuti con tante iniziative e spazi dedicati, a far da collante, l’Associazione Muse. In città, poi, c’è un museo speciale nato proprio per raccontare l’arte e la bellezza ai più piccoli: è il Museo di Palazzo Vecchio.

 

Qui possono ascoltare favole, restare a bocca aperta ammirando i saloni sontuosi e le stanze nascoste, festeggiare il compleanno e soprattutto incontrare i granduchi Cosimo ed Eleonora de’ Medici, vestiti con bellissimi costumi d’epoca, per scoprire con loro come si viveva a corte.

 

Chi ama l’arte contemporanea, invece, può visitare il Museo Novecento, dove le opere più innovative si lasciano scoprire in uno spazio suggestivo con esperienze uniche, come un viaggio all’indietro nel tempo esplorando l’arte del secolo scorso. Meritano una visita anche Palazzo Strozzi dove le mostre sono sempre abbinate a laboratori a tema per famiglie, o il Museo Marino Marini, spazio insolito che spesso li accoglie con iniziative su misura per loro tra le opere del grande scultore.

2. Emozioni e giochi a Venezia

Portare un bambino per la prima volta a Venezia è come assistere a uno show spettacolare: si può leggere sul suo volto l’emozione di scoprire questa città sull’acqua, in cui ogni angolo è uno scenario meraviglioso. Venezia, però, non è solo legata alla gloria dei suoi antichi palazzi: ha saputo rinnovare la sua vocazione artistica con la Biennale, che richiama in città appassionati d’arte da tutto il mondo, e due dei più spettacolari musei di arte contemporanea italiani.

 

Come non citare la Collezione Peggy Guggenheim e il Museo di Palazzo Grassi? Entrambi, anche se non sono destinati ai bambini, conoscono bene l’importanza di farli innamorare dell’arte. Per questo dedicano parte del loro tempo a laboratori didattici e incontri per famiglie legati agli eventi del momento. Se avete intenzione di fare una gita proprio qui, non dimenticate di controllare la loro programmazione.

3. Roma under 14: un mondo da scoprire

Il Colosseo, la Cappella Sistina, i Fori Imperiali, la Fontana di Trevi, ma anche le grandi statue e i capolavori della Galleria Borghese. Quante opere a Roma, lasciano a bocca aperta grandi e piccini? Moltissimi musei organizzano visite speciali per le famiglie, che possono così esplorare capolavori e luoghi meravigliosi con una guida esperta.

 

Tuttavia la vera casa dei piccoli artisti è nascosta all’interno del parco di Villa Borghese: è la Casina di Raffaello. Una ludoteca che accoglie bambini dai 3 ai 10 anni in un laboratorio magico dove operatori esperti mettono in moto la loro creatività sulle orme di grandi artisti e illustratori. Carta, forbici, tessuti, colori e soprattutto sorrisi: è difficile non uscire felici da queste stanze.

4. Napoli, e non solo: l’Italia è un Museo

Finiamo il nostro giro d’Italia con Napoli, una città che in materia di arte e cultura non finisce mai di stupire. L’ultimo arrivato è il Madre, nato dalla ristrutturazione di un antico edificio nel centro storico, il Palazzo Donnaregina. La sua missione è avvicinare all’arte tutti, ma soprattutto i giovanissimi, con attività e laboratori didattici pensati per loro.

 

Tra le iniziative da non perdere, quelle organizzate dal Museo di Capodimonte, uno dei luoghi storici dell’arte in città. Insieme a altri 39 sedi museali di tutta Italia, la galleria napoletana partecipa a Scopri il tuo museo, un progetto sperimentale che vuole far conoscere l’immenso patrimonio italiano e i tesori raccolti nei nostri luoghi d’arte ai bambini dai 6 agli 11 anni. Quale modo migliore per passare il tempo in famiglia emozionandosi e divertendosi mentre si impara?