Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
I nostri impegni

I NOSTRI IMPEGNI

SVILUPPO SOSTENIBILE

Lo sviluppo Sostenibile, parte integrante del mondo Carrefour

Il Gruppo Carrefour Italia è impegnato da anni in un cammino di sviluppo sostenibile che consiste nel mettere in atto una serie di iniziative per ridurre l'impatto delle attività svolte sull'ambiente naturale e per sensibilizzare i consumatori  e l'opinione pubblica sull'importanza di un consumo responsabile.

I GRANDI AMBITI DI AZIONE

SHOPPER ECOCOMPATIBILI RIUTILIZZABILI

I Clienti Carrefour hanno la possibilità di scegliere soluzioni diverse per l’asporto della spesa: sacchetti di carta, borse in cabas riutilizzabili, box in cartone e sacchetti biodegradabili in Mater-Bi®, che possono così essere utilizzati sia per l’asporto della spesa che per la raccolta dei rifiuti organici. Le borse riutilizzabili, in particolare, rappresentano la VERA alternativa sostenibile alle buste in plastica, infatti, con una minima spesa si ha a disposizione un sacchetto molto resistente, riutilizzabile per anni.

 

EFFICIENZA ENERGETICA E RIDUZIONE DEI CONSUMI

Siamo impegnati da anni in un cammino di sviluppo sostenibile che considera importante ogni risorsa energetica, qualunque essa sia. Il nostro obiettivo consiste nella riduzione del 30% dei consumi energetici per m² entro il 2020 (rispetto al consumo energetico del 2004).

Particolare attenzione viene dedicata ai punti di vendita, in cui si concentra il 90% dei consumi energetici totali. Le soluzioni che sviluppiamo consistono nella continua ricerca tecnologica per ottimizzare i consumi e nella riduzione di quei consumi derivanti dal funzionamento degli equipaggiamenti, dall’assorbimento degli impianti, dalle attività svolte in store.

 

Riduzione del consumo di elettricità. L’ammodernamento tecnologico e l’ottimizzazione degli impianti d’illuminazione è un fattore determinante per abbattere una quota importante dei consumi elettrici.

L’installazione di avanzati sistemi di controllo dell’illuminazione dei reparti, dei magazzini e degli uffici, tramite sonde di luminosità esterne, permettono di modulare il consumo dell’impianto in funzione della luce naturale.

L’utilizzo di lampade fluorescenti termiche a lunga durata nei banchi frigo esistenti consente una riduzione dei consumi pari al 20%, ciò a parità di potenza illuminante delle lampade tradizionali.

La progressiva sostituzione delle lampade a tubi fluorescenti (tipo T5) e a ioduri metallici con lampade a tecnologia LED, per l’illuminazione dei freschi e degli uffici, consente un abbattimento dei consumi del 70%.

Innovazione. Risparmio energetico. Shopping experience. Questi sono gli elementi che contraddistinguono il progetto “Gourmet” di Carrefour. Grazie a questo concept siamo stati decretati i vincitori del premio “Retail Lighting Award” (2015). Gli elementi distintivi del progetto sono la ricerca perfetta dei modelli di illuminazione in grado di valorizzare l’esperienza di acquisto e la riduzione dei consumi energetici nonché dei costi di manutenzione.

 

Gestione dell’energia. Una gestione ottimale dell’energia porta a un miglioramento dell’efficienza energetica, quindi a una riduzione dei consumi. Carrefour svolge numerose attività di controllo, inteso come un insieme di misurazioni, valutazioni e analisi dei consumi che concorrono a individuare gli aggiustamenti da apportare.

Ci avvaliamo di sistemi di gestione tecnica centralizzata (BMS - Building Management System ed EMS - Environmental Management System) che permettono di rispondere puntualmente al presentarsi di eccessivi picchi di consumo o di possibili dissipazioni energetiche. Il controllo, che avviene in remoto, coinvolge ad esempio gli equipaggiamenti di reparto, gli impianti d’illuminazione, i sistemi di condizionamento, e così via.

L’energia utilizzata per generare il freddo alimentare, che rappresenta il 40% dell’energia totale utilizzata nei punti di vendita, richiede soluzioni capillari e ad hoc. Abbiamo intrapreso il processo di chiusura dei banchi frigo esistenti, tramite l’installazione di vetri termici e di porte sigillanti che garantiscono una minore dispersione termica, e la loro progressiva sostituzione con modelli di ultima generazione. Inoltre, siamo analogamente impegnati nella sostituzione dei liquidi refrigeranti HFC (idrofluorocarburi) con liquidi 100% naturali, che oltre a offrire migliori performance ambientali, permettono una riduzione dei consumi del 10%. Una migliore efficienza della catena del freddo, oltre a ridurre gli sprechi di energia, contribuisce sensibilmente a conservare adeguatamente i prodotti. Tutto a beneficio della loro qualità e freschezza. Queste attività coinvolgono i nostri punti di vendita che riescono così ad abbattere i consumi del 20% e del 30%.

Anche l’energia termica è di fondamentale importanza. La chiusura dei banchi frigo e il recupero dell’energia termica dalle centrali frigorifere, che viene reimpiegata per il riscaldamento degli ambienti e per la produzione di acqua calda, sono azioni comprese nelle principali attività di Carrefour.

Tra le oltre 50 aziende candidate, Carrefour è stata decretata l’azienda vincitrice della 6ª edizione del “Good Energy Award” (2015). Il premio avvalora la nostra responsabilità nel ridurre l’impatto ambientale delle nostre attività, nel sensibilizzare i consumatori e i collaboratori sull’uso razionale delle risorse energetiche e nell’approcciarsi al business in maniera proattivamente sostenibile.

Utilizzo responsabile dell’acqua. L’acqua è fonte di vita, con il suo sperpero ci beviamo il nostro futuro. Il cammino di sviluppo sostenibile di Carrefour comprende anche la strada per un utilizzo responsabile delle risorse idriche. Siamo costantemente impegnati nella riduzione dei m³ di acqua utilizzata tramite un sistema di audit che consente di individuare i consumi idrici specifici; così permettendo di agire contestualmente anche sul miglioramento dell’efficienza.

Il sistema per la gestione  del consumo di acqua, nato da un progetto pilota messo a punto con Legambiente Lombardia, consiste nell’installazione di speciali rompigetto in ogni punto di vendita. Tali dispositivi miscelano aria e acqua senza compromettere l'intensità del flusso, mantenendo invariata la percezione di liquido erogato per l'utilizzatore finale. Ciò permette una riduzione dei consumi idrici del 50%, che, grazie alla messa a punto di un particolare sistema di monitoraggio dei consumi, ci permette di ridurli di un ulteriore 2% all’anno.

Utilizzo di energia prodotta da fonti rinnovabili. Carrefour considera l’importanza dell’approvvigionamento energetico anche da fonti rinnovabili. Il calore generato dagli impianti di refrigerazione viene in buona parte recuperato tramite speciali sistemi di gestione termica. Il calore, recuperato grazie a queste attività, viene utilizzato per la produzione di acqua calda e per il riscaldamento dei punti di vendita. Inoltre, grazie all’installazione di oltre 70 speciali pompe di calore ad assorbimento combinato a gas naturale ed energia rinnovabile aerotermica, ci consente ogni anno di utilizzare oltre 750.000 kWh di energia rinnovabile nonché ridurre il consumo di combustibile fossile di oltre 115 TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio).

La fonte di energia rinnovabile per eccellenza è il sole. Sui depositi sono installati pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, così da rendere più sostenibile anche il comparto logistico delle nostre attività. La produzione dell’acqua calda, grazie al supporto dell’energia elettrica autoprodotta tramite questi dispositivi, può essere ottenuta con una minore quantità di energia proveniente da fonti non rinnovabili. Tutto ciò a beneficio dell’anti-spreco e del nostro pianeta.

Essere un retailer della Grande Distribuzione Organizzata come il Gruppo Carrefour Italia richiede un grande impegno nella gestione dell’energia. La nostra politica energetica e le nostre soluzioni operative dimostrano un’elevata efficacia, che è avvalorata dall’ottenimento nel 2016 della certificazione ISO 50001. Avere il nostro Sistema di Gestione dell’Energia (SGE) certificato secondo lo standard internazionale dell’International Organization for Standardization (ISO), oltre a riconoscere i risultati ottenuti, dimostra il nostro impegno a estendere la responsabilità oltre i livelli minimi di legge.

 

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI RIFIUTI

Carrefour classifica i rifiuti seguendo uno schema di riferimento condiviso e regolamentato a livello nazionale e locale; la gestione degli stessi avviene quindi tenendo in considerazione le diverse tipologie.

Il Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, in base all’origine dei rifiuti, identifica due principali macro-categorie alle quali ogni rifiuto viene ricondotto:

 

·         Categoria dei Rifiuti Urbani. In questa categoria vengono ricondotte le sostanze o gli oggetti che traggono origine da attività dell’uomo o da cicli di carattere naturale, di cui il detentore abbia deciso o sia obbligato a disfarsi.

 

·         Categoria dei Rifiuti Speciali. Diversamente alla precedente, in questa categoria ricadono tutte quelle sostanze o quegli oggetti che traggono origine dalle attività commerciali, industriali, sanitarie e di smaltimento e recupero dei rifiuti; ciò includendo le apparecchiature, i macchinari, i veicoli a motore e assimilati.

 

In base alle caratteristiche delle sostanze o degli oggetti, invece, i rifiuti si dividono in:

 

·         Rifiuti Urbani Pericolosi (RUP). Benché abbiano la medesima origine di carattere civile, le sostanze o gli oggetti che li compongono detengono sostanze pericolose che richiedono di essere gestite separatamente rispetto al regolare flusso dei rifiuti urbani.

 

·         Rifiuti Speciali Pericolosi. Anch’essi richiedono di essere gestiti separatamente rispetto al regolare flusso dei rifiuti speciali in quanto sono in possesso di sostanze inquinanti; ciò richiede una gestione specifica dei rifiuti finalizzata ad azzerarne la pericolosità.

 

La gestione dei rifiuti di Carrefour avviene secondo tre principali modalità che consentono di rispondere prontamente e in maniera flessibile in base alla tipologia del rifiuto e alle specifiche necessità dei punti di vendita:

 

·         Gestione a esclusiva competenza dei nostri fornitori

·         Gestione a esclusiva competenza delle società municipalizzate

·         Gestione mista o compartecipata (nostro fornitore e società municipalizzate)

 

Ci adoperiamo per una gestione responsabile di ogni tipologia di rifiuto, attraverso diverse modalità di raccolta, trasporto, smaltimento e valorizzazione. Le modalità vengono pensate in base alle caratteristiche dei punti di vendita, avvalendosi della gestione dei rifiuti che risulta più adeguata.

Nei punti di vendita, gli incaricati si occupano in prima persona di effettuare un’accurata separazione dei materiali, che successivamente vengo ritirati dal nostro fornitore o dalla società municipalizzata.

La carta, il cartone e gli imballaggi, ad esempio, prima di essere ritirati vengono pressati o compattati direttamente dai nostri addetti nei punti di vendita. Questa riduzione del volume d’ingombro comporta un beneficio sotto il punto di vista ambientale, in quanto un più efficiente utilizzo del volume di carico dei mezzi di trasporto permette di prelevare e trasportare maggiori quantitativi di materiale con il medesimo viaggio.

Stiamo ampliando il nostro progetto di raccolta, smaltimento e valorizzazione di quei materiali che possono essere trasportati dai nostri mezzi di ritorno al deposito. Questo permette un duplice beneficio: gestione centralizzata e diretta dei materiali da smaltire e valorizzare (nelle nostre isole ecologiche), e riduzione dei viaggi a vuoto dei mezzi.

Per la raccolta, lo smaltimento e la valorizzazione dei rifiuti speciali pericolosi, invece, abbiamo incaricato diversi fornitori in base al loro know-how e alle specifiche attrezzature, alle tecnologie e alle autorizzazioni di cui dispongono per assicurare la corretta gestione di questi rifiuti. Carrefour, in merito ai RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), permette ai consumatori di consegnare i propri dispositivi che intendono sostituire; inoltre, ogni punto di vendita dispone di contenitori dedicati alla raccolta delle pile esauste. Questi servizi consentono a ogni consumatore di contribuire al benessere del nostro pianeta valorizzando anch’esso i propri rifiuti.

I rifiuti sono quindi una risorsa. Carrefour, insieme al suo fornitore e alle società municipalizzate incaricate al ritiro, valorizza al 100% i rifiuti organici. Essi vengono destinati a impianti di compostaggio o a impianti di recupero per la produzione di biogas. Anche i rifiuti indifferenziati sono valorizzati, infatti con oltre l’80% di essi è possibile produrre CDR (Combustibile Derivato da Rifiuti). Tutto questo all’insegna dell’economia circolare.