Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter

I giochi da fare in viaggio

Giocare con i bambini

  1. Argomento GiocoVacanzaViaggio
  2. Viaggiare con i più piccoli può diventare un divertente piacere se sappiamo intrattenerli con i giochi giusti. E il tempo scorrerà più velocemente anche per noi

  3. Condividi
I giochi da fare in viaggio

Arriva un’età in cui i piccoli in macchina non dormono più e allora affrontare un viaggio - anche brevissimo! – può diventare un vero incubo per chi è al volante. Se vogliamo evitare di farci trapanare le orecchie con il solito insistente “quanto manca?”, ecco alcuni giochi con cui sconfiggere la noia e stimolare la loro curiosità. Sperando che prima o poi imparino magari a giocare da soli.

1. ABC
Scopo del gioco è essere il primo a leggere una parola che inizi con una certa lettera. Si inizia con la prima lettera dell’alfabeto e il primo che vede scritta una parola che inizia con la lettera prescelta, la urlerà a gran voce. Dai 6 anni in su, devono saper leggere.

2. Io lo vedo
Una persona sceglie un oggetto all’interno dell’abitacolo o del vagone o dell’aereo e tutti gli altri devono cercare, ponendo domande cui si possa rispondere SI o NO, di individuarlo. Chi indovina sceglierà il successivo.

3. La canzone
A turno, i partecipanti canticchiano a bocca chiusa una canzone. Chi indovina, canterà la prossima.

4. I colori
Si decide insieme un colore e poi si dividono i partecipanti in due gruppi. Ad esempio, i passeggeri seduti a destra guardano a destra e quelli a sinistra viceversa. Si stabilisce un tempo (un quarto d’ora, mezz’ora) e ogni squadra deve individuare e dichiarare il maggior numero di oggetti, auto, cartelli, edifici di quel colore. Vince la squadra che, nel tempo previsto, ne ha individuati di più.

5. La valigia
Ogni giocatore, a turno, dichiara di mettere qualcosa in una ipotetica valigia e ricorda, ripetendoli ogni volta, tutti gli oggetti messi dentro dagli altri giocatori. Ad esempio: nella valigia metto… una trottola/Nella valigia metto una trottola e un sogno/Nella valigia metto una trottola, un sogno e un gatto. E così via a turno. Chi dimentica qualcosa, viene eliminato.



Una valido antidoto al solito insistente “quanto manca?”
Buono a sapersi

Quando si è piccoli ogni scusa è buona per giocare. Del resto, il gioco stimola l’apprendimento, insegna a socializzare, e rappresenta un momento di condivisione importante per il nucleo famigliare

Ti potrebbe piacere anche...