Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter

Conoscere le diverse qualità di asparagi Saper scegliere

  1. Argomento AlimentazioneVarietàVerdura
  2. Il termine asparago deriva dal greco aspharagos, a sua volta derivato dal persiano asparag, germoglio, e rappresenta la parte commestibile di una pianta perenne tipicamente primaverile. Ne esistono diverse qualità per le quali l’Italia vanta una notevole produzione.

  3. Condividi
Conoscere le diverse qualità di asparagi

Come prima cosa è importante distinguere gli asparagi coltivati (Asparagus officinalis) dagli asparagi selvatici (Asparagus acutifolius) che in genere crescono spontaneamente nei boschi e nelle campagne e, anche se non particolarmente pregiati, sono ottimi per risotti e frittate. Generalmente questi ortaggi sono di colore verde, come gli asparagi verdi di Altedo, tipici delle province di Bologna e di Ferrara, molto teneri e poco fibrosi, o gli asparagi Montine, la cui caratteristica è il gusto amaro.

Nel territorio italiano esistono comunque diverse qualità determinate dal colore delle punte: bianche, rosa o viola.

Tra i bianchi troviamo gli asparagi bianchi di Cimadolmo, piccolo paese del trevigiano, apprezzati per la loro particolare dolcezza; gli asparagi bianchi di Bassano, dal particolare gusto dolce-amaro; gli asparagi bianchi di Verona, la cui produzione porta la città e la sua provincia al settimo posto tra i produttori nazionali; gli asparagi bianchi di Terlano, in Alto Adige, dall’aroma particolarmente raffinato.

Tra i viola vi sono gli ottimi asparagi violetti di Albenga, dal colore intenso, poco fibrosi e morbidissimi; gli asparagi di Cilavegna, in Lomellina, bianchi con punta violetta, sono annoverati come asparagi rosa, così come quelli di Mezzago, eccellenza del comparto agricolo della provincia di Monza e Brianza.





Generalmente questi ortaggi sono di colore verde, come gli asparagi verdi di Altedo
Tra i bianchi troviamo gli asparagi bianchi di Cimadolmo
Buono a sapersi

Gli amanti di questi pregiati ortaggi saranno felici di sapere che ogni anno, tra aprile e maggio, sono numerosissime le sagre degli asparagi sul territorio italiano. Perché non approfittarne?

Ti potrebbe piacere anche...