Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
Giornate FAI: alla scoperta dell’Italia nascosta

Giornate FAI: alla scoperta dell’Italia nascosta

Sabato 19 e domenica 20 marzo tornano le Giornate Fai di Primavera, con la possibilità di visitare tanti luoghi nelle città italiane, anche quelli abitualmente chiusi al pubblico: 900 luoghi aperti in 380 città italiane sono un’occasione da non perdere.

Il Fai, Fondo Ambiente Italiano

Il Fai, Fondo Ambiente Italiano, è una fondazione nata nel 1975 che agisce senza scopo di lucro per la tutela, la salvaguardia, il restauro e l’apertura al pubblico dei beni storici, artistici o naturalistici ricevuti per donazione o eredità.

 

Anche questa primavera il Fai ci aspetta a porte aperte e ci darà l’opportunità di visitare chiese, dimore storiche, castelli, ville, architetture moderne, giardini e parchi in tutta Italia. Sono 380 le città italiane dove i volontari del Fai vi guideranno alla scoperta delle bellezze del nostro Paese in luoghi ricchi di storia, proponendoci visite guidate davvero adatte a tutti: famiglie, appassionati di arte alla ricerca di nuovi capolavori e visitatori occasionali curiosi di entrare in luoghi non sempre accessibili.

Un patrimonio da non dimenticare

Un patrimonio culturale vastissimo, che gli operatori del Fai tengono vivo tutti i giorni con l’obiettivo di tutelarlo e di renderlo visibile.

 

Chi non ha la curiosità di infilarsi in un giardino della propria città che ha visto sempre chiuso? Chi non vuole andare a curiosare in un palazzo storico, per immaginare epoche e vite lontane?

Una giornata particolare

Il 19 e il 20 marzo andate alla scoperta di un luogo che non conoscete: non sarà una giornata persa! Dedicate il vostro tempo libero a vivere questa emozione e lasciatevi coinvolgere dalle parole degli operatori che vi accompagneranno con visite interessanti, aggiungendo alla storia dei luoghi e dei monumenti aneddoti e curiosità sconosciute.

 

Basta decidere di passare un weekend da turista nella vostra città, oppure programmare una gita fuori porta nelle oltre 300 città che mettono a disposizione i propri beni e si mettono in mostra.

Due luoghi da scoprire

Tra gli oltre 900 luoghi affidati al Fai in tutta Italia, scegliamo questi due esempi per fare luce sulla varietà del patrimonio che il Fai cura e di cui si fa promotore:

 

- nel cuore di Bologna il Palazzo della Mercanzia, detto anche Loggia dei Mercanti. Un edificio di grande bellezza che raccoglie in sé molti stili. Da osservare nei particolari sia all’esterno che all’interno: le sue stanze sono ricche di opere d’arte;

 

- a Bergantino, un piccolo borgo nella provincia di Rovigo, si trova il Museo della Giostra e dello Spettacolo Popolare, un’attrazione che pochi conoscono. Racchiude in sé la storia degli spettacoli itineranti, dalle fiere medioevali ai parchi dell’Ottocento, fino alle giostre ipertecnologiche dei moderni luna park. Un’esperienza indimenticabile anche grazie alle attività che il museo propone durante la visita.

Come diventare volontario Fai

Il Fai ha sempre bisogno di volontari per tenere in vita il programma di attività di promozione culturale, specialmente nella Giornata di primavera. L’apertura dei luoghi e l’accoglienza al pubblico, le visite guidate, la gestione dei laboratori per bambini, la cura del verde sono solo alcune delle attività che potete scegliere e alle quali potete portare il tuo contributo.

 

Ci vogliono entusiasmo e passione, amore per le bellezze artistiche e paesaggistiche, ma anche amore per il nostro Paese.

 

Se volete partecipare come volontari alle attività del Fai, visitate il sito fondoambiente.it e avrete tutte le informazioni necessarie.

Buono a sapersi
Volete sostenere il Fai? Ci sono tanti modi per farlo: l’iscrizione annuale, una donazione, il 5x1000 nella dichiarazione dei redditi. Ma potete anche dare il vostro contributo come volontari, oppure adottando un bene: una panchina, una stanza o un albero! Per tutte le informazioni visitate il sito.