Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
Filetto di Fassona alla piemontese: una ricetta sostanziosa e ricercata

Filetto di Fassona alla piemontese: una ricetta sostanziosa e ricercata

Un filetto di Fassona gustoso e sostanzioso, cotto nel vino e profumato al rosmarino. Dalla cucina piemontese un must facile da preparare.

Ingredienti

  • 2 kg di filetto di Fassona
  • 250 ml di vino Barolo o Barbaresco
  • 90 ml di Marsala
  • 2 spicchi d'aglio
  • rosmarino
  • olio extra vergine d'oliva
  • 50 g di burro
  • 1 cucchiaio di farina
  • sale e pepe

PREPARAZIONE

Il filetto di Fassona è un classico della cucina piemontese. Proposto nelle ricette più varie, nelle cucine casalinghe e nei grandi ristoranti di alta cucina, in versione tradizionale oppure rivisitata dai grandi chef. Il cuoco Davide Scabin tempo fa in Masterchef ci mostrò un’esecuzione della sua ricetta di filetto alla piemontese che, anche se lunga e piuttosto complessa, era indiscutibilmente straordinaria. Noi qui proponiamo una ricetta alla portata di tutti, ma altrettanto gustosa e di successo sicuro.

 

INIZIAMO A CUCINARE

 

In una ciotola mettere il filetto di Fassona, salarlo e coprirlo con il vino. Aggiungere gli spicchi di aglio, un rametto di rosmarino e lasciare marinare per 24 ore.

 

Passato questo tempo scolare la carne, tenendo da parte il vino della marinata.

 

Mettere il filetto in una casseruola con poco olio e farlo rosolare a fuoco basso per qualche minuto. Bagnare con il Marsala secco, alzare la fiamma e farlo sfumare.

A questo punto versare il vino della marinata, coprire e procedere con la cottura a fuoco lento per circa 30 minuti. Togliere il pezzo di carne dalla casseruola e filtrare il liquido di cottura con un colino, riversandolo nella pentola.

 

Nel frattempo sciogliere il burro e aggiungere un cucchiaio di farina setacciata, mescolando perché non si formino grumi.

 

Quindi portare a ebollizione la salsa di cottura e trasferirvi il composto di burro e farina mescolando bene. Tagliare la carne a fette (allo spessore di 1–2 cm), stenderle in una teglia, coprirle con la salsa ben calda e passarle in forno giusto il tempo di scaldarle.

Vota la ricetta

Buono a sapersi
Filetto al profumo di tartufo? Se vi piace, sostituite il tartufo nero al rosmarino e seguite il procedimento descritto sopra. Per servire, però, aggiungete ancora qualche altra fetta di tartufo nero nel piatto.
MEMO SPESA
DOVE VUOI CHE VENGANO INSERITI GLI INGREDIENTI