Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
Dall’India, la curcuma: una spezia piena di proprietà benefiche

Dall’India, la curcuma: una spezia piena di proprietà benefiche

Tutte le virtù della spezia più in del momento: la curcuma, le sue caratteristiche e i suoi utilizzi. La medicina ayurvedica ne decanta le virtù da migliaia di anni e ora anche noi conosciamo le sue proprietà benefiche per la salute.

Una spezia particolare

La curcuma è una spezia dal colore giallo vivace che ha origine in India e nei Paesi dell’Asia meridionale. Usata da secoli nella cucina asiatica è oramai nota nelle cucine di tutto il mondo, proprio grazie al suo sapore e alle sue proprietà benefiche.

La curcuma come spezia della salute: benefici per cuore e cervello e tanto altro

La curcuma è chiamata la spezia della salute. Sono ben noti infatti i suoi benefici per il cervello, il cuore e per tutto l’organismo. È parte integrante della medicina ayurvedica, un sistema di prevenzione e cure alla quale ricorrono gli asiatici e che mette in primo piano l’equilibrio tra uomo e natura.

 

La curcuma viene utilizzata per trattare disturbi del fegato, contro le emorragie, i reumatismi, l’anoressia, i disturbi mestruali, come analgesico e antinfiammatorio. Oggi anche l’Occidente la tiene in gran considerazione per i suoi aspetti benefici sulla salute e non solo per i suoi usi in cucina.

Le azioni benefiche della curcuma

Rallenta l’invecchiamento delle cellule cerebrali, tenendo in forma l’attività del cervello.

 

● Inibisce la riproduzione delle cellule tumorali. È utile quindi nella prevenzione dei tumori.

 

Combatte le malattie cardiache, rafforzando il rivestimento dei vasi sanguigni.

 

Tiene basso il colesterolo, grazie alla curcumina in essa contenuta.

 

Rafforza il sistema immunitario grazie alle sue proprietà antibatteriche. È utile come antinfluenzale, contro raffreddori e tosse.

 

Modera i livelli di insulina e glucosio nel sangue, aiutando a prevenire il diabete.

 

Aiuta la digestione, poiché è ricca di antiossidanti, e regolarizza lo stomaco (anche disturbi di diarrea e stipsi) alleviando i dolori.

 

È un ottimo disinfettante naturale e aiuta a guarire le ferite e le ustioni grazie alle sue qualità antinfiammatorie e antisettiche.

I tanti usi della curcuma in cucina: dal risotto alle patate

Una spezia davvero eccezionale che non può mancare nella nostra cucina. Per valersi dei suoi effetti benefici utilizziamo la curcuma per insaporire i pasti, godendo del suo sapore esotico e gustosissimo. Da ricordare: per mantenere al meglio le proprietà della spezia è preferibile utilizzarla a crudo, la cosa migliore è quindi aggiungerla a fine cottura. In cucina è sempre bene sperimentare e provare, ma ecco alcuni spunti da cui partire:

 

- Risotto ai porri o alle cipolle, insaporito in finale con una spolverata di curcuma: è saporitissimo.

 

- Patate arrosto condite con semplice sale e pepe e cosparse con polvere di curcuma: assolutamente da provare.

 

- Pasta con cime di cavolo bianco, spolverata di curcuma, nel piatto di servizio.

 

- Su tutte le verdure lesse o cotte al vapore, in emulsione con olio.

L’olio alla curcuma: un condimento originale e gustoso

Per un uso facile e veloce in cucina, un’ottima soluzione può essere anche quella di preparare un olio speziato alla curcuma, da utilizzare poi per condire insalate e verdure a piacere.

 

Ingredienti

 

250 ml di olio extravergine di oliva e 1 cucchiaio abbondante di curcuma in polvere.

 

Preparazione


Versare l’olio in un barattolo e metterci la polvere di curcuma. Mescolare bene e chiudere con un coperchio ermetico. Lasciare macerare per una settimana, agitando il barattolo una o due volte al giorno. L’emulsione è pronta per l’uso.

Buono a sapersi
Grazie alle proprietà antisettiche di questa spezia, in India si vendono “bende alla curcuma” con cui fasciare le ferite.