Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
La minestra di cicerchie: un piatto rustico ma delicato

La minestra di cicerchie: un piatto rustico ma delicato

Andiamo alla scoperta della cicerchia, un antico legume che oggi si coltiva nelle regioni del centro Italia, in particolare Marche e Umbria. Dalla forma irregolare e dal sapore delicato, si presta bene a preparazioni di zuppe e minestre, ma si mangia anche volentieri come contorno condito a crudo con olio ed erbe aromatiche.

Ingredienti

  • 250.00 g di cicerchie decorticate
  • 120.00 g di tagliatelle all’uovo
  • 3 cucchiai olio extra vergine d'oliva
  • 100.00 g di polpa di pomodoro
  • 1.00 cipolla
  • 1 costa sedano
  • 2 spicchi d'aglio
  • peperoncino
  • timo
  • sale

PREPARAZIONE

Sciacquare le cicerchie e versarle in una pentola con 1 litro e 200 ml di acqua. 

Aggiungere la cipolla sbucciata e tagliata a metà, la costa di sedano, 2 rametti di timo e il sale. Mettere sul fuoco e, quando inizia l’ebollizione, abbassare la fiamma al minimo e lasciar cuocere per circa 20–25 minuti.

Nel frattempo in una casseruola far imbiondire aglio e peperoncino nell’olio, quindi unire la polpa di pomodoro e far cuocere per un paio di minuti.

 

Versare nella casseruola le cicerchie con tutta la loro acqua, eliminare la cipolla e il sedano e regolare di sale.

Se il liquido è troppo poco aggiungere qualche mestolo di acqua bollente. Non appena bolle versare le tagliatelle e lasciarle cuocere per 5–6 minuti.

 

Servire la minestra molto calda.

Vota la ricetta

Buono a sapersi
Le cicerchie decorticate non hanno bisogno di ammollo e necessitano di una cottura breve, mentre quelle integre devono essere ammollate per almeno 12 ore, cambiando l’acqua due o tre volte, e poi vanno cotte per un’ora scarsa.
MEMO SPESA
DOVE VUOI CHE VENGANO INSERITI GLI INGREDIENTI