Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter

Come scegliere il frullatore Piccoli elettrodomestici

  1. Argomento Cucina
  2. Il boom del frullatore risale al 1949, anno in cui – con l’avvento della tv – gli fu dedicato uno spot di ben 30 minuti. Da allora questo piccolo elettrodomestico è diventato parte integrante delle nostre cucine. Ma come sceglierlo?

  3. Condividi
Come scegliere il frullatore

Sul mercato è possibile trovarne davvero di ogni tipo.

Per prima cosa pensate a quali siano le vostre esigenze funzionali (quali sono le principali attività che vorreste svolgere con il nuovo frullatore) ed estetiche.

Ponete attenzione ad alcune importanti caratteristiche:

- Il wattaggio: indica la potenza del motore ed è funzionale alle prestazioni delle lame (che devono essere in acciaio inox) e alla durata dell’elettrodomestico. Una potenza bassa, infatti, aumenta le possibilità di surriscaldare il motore, deteriorandolo. Meglio quindi optare per modelli di wattaggio non inferiore ai 500 W.

- La caraffa: meglio se capiente, graduata e dotata di manico, beccuccio e coperchio con foratura estraibile. Verificate anche che sia lavabile in lavastoviglie.

- Non dimenticate poi di controllare che il frullatore sia dotato della funzione interlock, fondamentale per la sicurezza. L’interlock, infatti, blocca automaticamente il motore, e il funzionamento delle lame, nel caso in cui la caraffa non sia agganciata correttamente, evitando così il rischio di brutti incidenti domestici.

- Infine, sempre in termini di sicurezza, verificate che il frullatore sia dotato di piedini in gomma antiscivolo.



La caraffa: meglio se capiente, graduata e dotata di manico
Buono a sapersi

In genere i rivestimenti di un frullatore sono in plastica, ma ricordate che quelli di ultima generazione, in metallo spazzolato, sono molto più resistenti.

Ti potrebbe piacere anche...