Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
Come preparare la ricetta tradizionale del pesto genovese

Come preparare la ricetta tradizionale del pesto genovese

Il pesto ligure è il più famoso di tutti, amato da grandi e piccini. Con altre erbe si possono preparare varianti gustosissime e davvero originali.

Ingredienti

  • 1 o 2 spicchi d'aglio
  • 50.00 g di foglie di basilico
  • 1 cucchiaio pinoli
  • 6 cucchiai parmigiano reggiano
  • 2 cucchiai pecorino sardo
  • 50 ml (mezzo bicchiere) olio extra vergine d'oliva
  • sale grosso

PREPARAZIONE

Lavare e asciugare con carta assorbente le foglie di basilico una a una. Pestare in un mortaio l’aglio e un pizzico di sale grosso, aggiungendo il basilico via via.

Quando questi ingredienti saranno sufficientemente schiacciati, unire anche i pinoli, il Parmigiano Reggiano e il pecorino sardo. Pestare il tutto con un movimento rotatorio.

 

Il pestello schiaccerà gli ingredienti contro le pareti del mortaio, frantumandoli. Durante questa operazione versare lentamente a filo mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva, in modo che venga assorbito dal composto. Il pesto deve risultare morbido e pastoso.

Alternative fantasiose di pesto, fuori dalla tradizione ma ugualmente gustose

 

Come alternative al pesto tradizionale troviamo chi al posto dei pinoli preferisce le noci, e chi al posto del pecorino sardo usa quello romano. Oppure ancora c’è chi preferisce fare il pesto con solo parmigiano.

 

Ricetta alternativa: il pesto di salvia e di prezzemolo

 

Cambiando l’ingrediente caratterizzante e mantenendo lo stesso procedimento possiamo ottenere un ottimo pesto di salvia, da spalmare sui crostini e per condire una pasta d’estate e un pesto di prezzemolo anche questo perfetto come condimento per la pasta, ma anche molto adatto ad accompagnare lessi di carne e pesci al forno cotti in bianco.

Ingredienti per il pesto di salvia

 

30 foglie di salvia

1 spicchio di aglio

50 g di Parmigiano Reggiano

1 pizzico di sale

50 ml di olio extravergine di oliva

1 cucchiaio di succo di limone

 

Ingredienti per il pesto di prezzemolo e noci

 

1 grosso mazzetto di prezzemolo fresco

25 g di noci 30 g di Parmigiano Reggiano

1 spicchio di aglio

50 ml di olio extravergine di oliva

1 cucchiaio di succo di limone

Vota la ricetta

Buono a sapersi
Senza dubbio il pesto fatto nel mortaio è tutt’altra cosa che quello preparato nel frullatore. Infatti il basilico (così come le erbe in genere) si ossida toccando il metallo della lama del frullatore. Inoltre la velocità ha l’effetto negativo di riscaldare gli ingredienti. E poi la lama del frullatore taglia e non “pesta”, come dovrebbe essere!
MEMO SPESA
DOVE VUOI CHE VENGANO INSERITI GLI INGREDIENTI