Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
Cena orientale: trucchi e consigli per essere un ospite perfetto.

Cena orientale: trucchi e consigli per essere un ospite perfetto.

Una cena con amici in stile orientale? Anche l’atmosfera in casa deve essere coordinata. Una tavola apparecchiata all’orientale darà un ulteriore tocco di esotismo al tutto contribuendo al successo della serata.

Una questione di stile

È sempre bello preparare una cena per gli amici, magari con un menù originale dai sapori d’Oriente. Ma non basta trovare delle buone ricette, prepararle e servirle per gustarle insieme: ci vuole anche una tavola accogliente e calda che faccia sentire gli ospiti a proprio agio.

 

Una questione di stile

 

Allestire la tavola con cura e con attenzione ad alcuni particolari ti farà fare un gran figurone con i tuoi ospiti. Ci sono alcuni elementi nell’apparecchiatura della tavola che non vanno trascurati: posizione dei piatti, posate e bicchieri, la scelta della tovaglia o delle tovagliette all’americana, i sottopiatti se necessari.

 

Che i colori siano ben abbinati e in armonia, magari in tono con la stagione o l’ambiente della tavola (una terrazza d’estate è ben diversa da una stanza con camino acceso d’inverno).

 

In primavera un centro tavola con fiori di campo colorati sarà perfetto, mentre le candele in mezzo alla tavola per le cene invernali o anche d’estate all’aperto renderanno subito calda l’atmosfera (attenzione però a non prendere quelle profumate, per lasciare spazio all’olfatto del cibo).

L’apparecchiatura

Per una cena diversa dal solito, per stupire gli amici, puoi apparecchiare la tavola in stile orientale (con o senza menu a tema):

 

- occorrono piatti con forme geometriche: quadrati sono ideali, ma vanno molto bene anche tondi;

 

- ad ogni piatto va accostata una ciotolina per il riso che non mancherà tra le portate;

 

- le bacchette e i porta bacchette sono un elemento caratterizzante per la tavola orientale. Meglio però affiancarle alle posate comuni, per non mettere a disagio gli ospiti che non sanno usarle;

 

- l’apparecchiatura orientale non richiede la tovaglia. Si mangia direttamente sulla tavola. Oppure si predispone una tovaglietta per ciascun invitato e 2 o 3 in mezzo alla tavola. Magari di bambù!

 

- un centro tavola esotico non è difficile da comporre: basta mettere in un vaso di vetro trasparente dei sassolini bianchi alla base e poi inserirci dei germogli di bambù (oramai diffusissimi anche da noi).

Il tovagliolo, un tocco di classe

Un modo semplice per completare l’apparecchiatura della tua tavola con un tocco di classe sta nella piegatura del tovagliolo.

 

Scegli un tovagliolo quadrato in tinta unita di un colore che possa risaltare sul piatto, grande 40–45 cm di lato.

 

Ecco come ottenere la piegatura perfetta.

Fase 1

Piega il tovagliolo in tre parti uguali;

Fase 2

Trattenendo il tovagliolo al centro del rettangolo che si è formato, porta verso l’alto i due lembi laterali;

Fase 3

Piega il tovagliolo a metà;

Fase 4

Tenendo ben fermi i lembi liberi, schiaccia verso l’interno la punta formata dalle precedenti piegature;

Fase 5

Appoggia il tovagliolo su un piano per completare la piega iniziata con il passaggio precedente;

Fase 6

Arrotola su se stessi i due lembi di stoffa rimasti liberi sopra al quadrato.

 

Se gli ospiti sono tanti crea a mano dei segnaposti, scrivi il nome su un cartoncino e infilalo tra i due rotoli superiori del tovagliolo in modo che il nome risulti visibile.

Buono a sapersi
Le piegature migliori si hanno con tovaglioli di almeno 40 cm di lato. Inoltre i tovaglioli di tessuto dovrebbero essere leggermente inamidati prima di questa operazione, per essere maneggiati abilmente e non rimanere grinzosi dopo la piegatura.