Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter

Quale carne per quale ricetta Saper scegliere

  1. Argomento ConsigliSceltaTagli
  2. Cucinare un buon piatto a base di carne non è poi così difficile, basta saper scegliere materie prima di qualità e soprattutto i tagli adatti alle diverse tipologie di cottura e di preparazione. Concentrandoci sulla carne bovina, ecco dunque un breve vademecum che vi aiuterà a scegliere tra le tante offerte al banco e di cui il marchio Viversano garantisce la qualità grazie a un costante processo di selezione e controllo.

  3. Condividi
Quale carne per quale ricetta

Brasati, scaloppine, bolliti, arrosti… sono tante e gustosissime le ricette a base di carne della tradizione culinaria italiana.
Il segreto per una resa perfetta è determinata dalla qualità degli ingredienti e soprattutto dalla scelta dei tagli di carne più adatti ai diversi tipi di cottura. Da non dimenticare poi la differenza tra carne di vitello e carne di bovino adulto: la prima è una carne più bianca, tenera, mentre la seconda è più rossa, saporita e corposa.

Alla griglia o ai ferri
Ideali, per questi tipi di cottura, sono tutti gli Hamburger e quasi tutti i tagli di posteriore di bovino adulto e di vitello, come il Roastbeef, la Costata con osso, la bistecca Fiorentina o la Tagliata, il Filetto

In padella
Per fette, scaloppine e bistecche, pratiche e sempre apprezzate, sono da preferire le Fettine sceltissime di Coscia, le Fettine di Scamone, sia di bovino adulto sia di vitello.
Per panature o involtini, meglio invece optare per le Fettine scelte di Coscia o Spalla, anche in questo caso sia di bovino adulto sia di vitello.

Arrosti
Per arrosti appetitosi sono adatti soprattutto i tagli del vitello: Polpa Reale, Cappello del prete o Fusello. Se volete utilizzare carne di bovino adulto, orientatevi preferibilmente sulla Polpa di coscia.

Brasati, stufati e spezzatini
Queste modalità di cottura prevedono tempi molto lunghi e si addicono a carni piuttosto corpose e forti come i tagli del bovino adulto, in particolare la Polpa scelta e sceltissima di Coscia o di Spalla, il Cappello del prete, il Fusello e il Codone.
La differenza tra brasato e stufato: nel primo caso la carne viene cotta solo con vino e spezie, nel secondo caso vengono aggiunte anche le verdure e una maggiore quantità di acqua di cottura.
Per gli spezzatini, ottima sia la carne di vitello sia di bovino adulto. In particolare si consiglia la Polpa scelta di Coscia o di Spalla, fatta naturalmente a bocconcini.

Bollito
Per un ottimo bollito (e uno squisito brodo) si può utilizzare sia il vitello sia il bovino adulto.
Tra i tagli con osso i migliori sono il Reale con osso, il Biancostato, la Punta di petto e il Geretto. Tra quelli senz’osso invece si consigliano il Muscolo, la Polpa di spalla e il Reale senz’osso.

...e per un gustosissimo ragù
Da preferire è la carne trita di bovino adulto a cui si può aggiungere, per dare più sapore, della carne trita di suino.





Il filetto da cucinare alla griglia o ai ferri
Carne di bovino adulto
Buono a sapersi

Vi ricordiamo che i tagli di carne possono avere nomi diversi a seconda delle regioni, ad esempio il Biancostato viene detto anche Doppione in Emilia o Scaramella in Piemonte; lo scamone viene chiamato Groppa a bicchiere in Piemonte o Colarda in Campania; il Roastbeef diventa Controfiletto in Piemonte e Sottofiletto nelle regioni dell'Italia centrale.

Ti potrebbe piacere anche...