Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
Cani e gatti in casa: una convivenza possibile (con qualche trucco)

Cani e gatti in casa: una convivenza possibile (con qualche trucco)

Amici o nemici? La convivenza tra cani e gatti è possibile e spesso dà origine a un legame sorprendentemente forte. Certo dobbiamo aiutarli anche noi a convivere in modo corretto.

Come cani e gatti

“Sono come cani e gatti” è una frase comune per indicare due persone che non vanno per niente d’accordo tra loro. E in effetti non è difficile assistere a un incontro fra un cane e un gatto, dove l’uno ringhia e l’altro rizza il pelo e inarca la schiena per difesa.

 

Ma perché cane e gatto da sempre sono considerati grandi nemici?

 

Cominciamo da 5 aggettivi per descrivere il gatto:

 

1. sornione 2. pigro 3. affascinante 4. ruffiano 5. furbo

 

Ed ecco 5 aggettivi per descrivere il cane:

 

1. amichevole 2. fedele 3. collaborativo 4. socievole 5. affidabile

Cane e gatto: due nature in contrasto

Dunque possiamo partire da questo presupposto: cane e gatto sono due animali dai caratteri diametralmente opposti. Ecco perché non vanno d’accordo, semplicemente perché non si capiscono, parlano due lingue differenti. Insomma, fra i due animali c’è una radicale incomprensione, incompatibilità di carattere, incomunicabilità assoluta.

 

Si pensi al modo in cui esprimono gioia: il cane si mette a scodinzolare e si agita tutto, il gatto invece raddrizza la coda, la tiene in verticale, la posizione esatta che il cane usa per mostrarsi superiore. E le fusa? Quel verso pacifico e amorevole del gatto viene confuso facilmente dal cane con un ringhio arrabbiato e diffidente. No, non è proprio possibile che si capiscano!

 

Il cane poi è giocherellone e socievole, cerca sempre compagnia, non ama stare solo e non aspetta altro che essere considerato. Il gatto è solitario di natura, ama le coccole ma molto misurate e solo quando vuole lui. Il cane ha pazienza con il suo padrone, lo venera, lo rispetta e se è il caso lo aiuta come può. Il gatto è molto indipendente e sfacciatamente opportunista. Tutto ci porta a ribadire la teoria di un’incompatibilità profonda, quindi un vero problema a metterli insieme sotto uno stesso tetto.

Quando un gatto arriva in casa

Sarà più facile introdurre un gatto in una casa dove già abbiamo un cane, piuttosto che il contrario. All’inizio però si dovrà evitare che si vedano, magari tenendoli in stanze separate. Il cane, già padrone di casa, si abituerà alla presenza del gatto sentendone l’odore. Poi pian piano andranno fatti incontrare, mantenendo un clima tranquillo e facendogli sentire che “siamo tutti amici”. Il cane non ci metterà molto ad accettare il nuovo arrivato, soprattutto se i suoi padroni sono sereni. Lo considererà parte della famiglia e addirittura lo proteggerà.

Quando in casa arriva un cane

Creare armonia è più difficile se la new entry è un cane. Il gatto lo vedrà come un intruso e ci metterà un po’ ad accettarlo in casa sua (se il cane è un cucciolo sarà più facile, perché sarà visto come una minaccia minore).

 

Dunque il consiglio è di usare tatto per non offendere la sensibilità del gatto, altrimenti sono guai.

 

Dopo poco tempo, però, le abitudini prenderanno il sopravvento e il gatto tenderà a considerare questo nuovo essere che si aggira per le stanze un elemento della casa e non sarà molto interessato: basta che possa vivere indisturbato nella sua tranquilla routine quotidiana. Ma c’è una caratteristica che accomuna i cani e i gatti? Certo che sì: sono gli animali che più si affezionano in assoluto!

Buono a sapersi
Attenzione a distribuire bene le vostre coccole tra il cane e il gatto. Il cane può diventare anche molto geloso, quindi è meglio avere qualche riguardo in più verso di lui, farlo sentire “il preferito”. Il gatto non ci farà molto caso e non ne soffrirà.