Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter

Buoni propositi: parole, immagini e pensieri positivi Salute e benessere

  1. Argomento Abitudini
  2. Abbiamo fatto tutti buoni propositi per l’anno nuovo, ma forse non è così facile metterli in pratica. Proviamo a concentrarci sulle cose positive, cambiamo atteggiamento e otterremo più facilmente quello che ci riproponiamo.

  3. Condividi

L’anno nuovo porta con sé anche la voglia di rinnovare sé stessi, correggere il tiro e centrare meglio gli obiettivi prefissati. Per migliorare la situazione personale o lavorativa? Per migliorare le nostre relazioni o per dare una mano ai nostri cari? Qualsiasi sia il motivo, vero è, che capita un po’ a tutti di darsi degli obiettivi a inizio anno e poi arrivare a primavera e avere già mollato.

 

Fare più moto, fare una dieta e smettere di fumare sono tra i buoni propositi che la maggior parte delle persone si pone a inizio anno, seguiti dal cambiare lavoro, fare più vacanze, migliorare i rapporti con i familiari ecc. Vediamo perché non è facile mantenerli.

 

Un problema di autostima e fiducia in noi stessi: la chiave per cambiare rotta

 

Anche se sembrerà strano, uno dei motivi principali dell’insuccesso è l’autostima. Quando ci riproponiamo questi obiettivi abbiamo la sottile e strisciante convinzione che non saremo capaci di mantenerli nel corso dell’anno e che le vecchie abitudini avranno il sopravvento su tutto.

 

Che l’inizio dell’anno dia allora la forza e lo stimolo a cambiare prima di tutto questa scarsa fiducia in noi stessi che è alla base della rinuncia a realizzare i propri sogni.

 

Valorizziamo i nostri lati positivi

 

Cominciamo dunque con valorizzare dentro di noi gli aspetti positivi: sono una persona paziente? Sono generoso? Sono riservato? Sono socievole? Ognuno di noi ha un aspetto che può essere portato in primo piano come proprio punto di forza. Nei momenti di dubbio o di incertezza, è utile ritornare su se stessi, apprezzare le nostre qualità senza paura di esagerare: è un esercizio di autostima che facciamo con noi stessi e soltanto per noi. Proviamo anche a fare leva su quello che siamo riusciti a conseguire, senza rimuginare a lungo sui fallimenti che produrranno malessere e indisposizione verso i cambiamenti positivi, se non addirittura una pericolosa rassegnazione.

 

3 regole per cominciare

 

Facili regole che ci aiuteranno a superare il nostro scetticismo a conseguire ciò che ci siamo prefissati:

 

1) Non aspettare: se si vuole affrontare un problema con un atteggiamento diverso dal solito, bisogna cominciare da subito, senza alibi.

 

2) Dividere le difficoltà in piccoli passaggi e affrontarle un passo alla volta. Ogni piccolo obiettivo raggiunto va valorizzato con soddisfazione. Sarà possibile guardarsi indietro e accorgersi di aver già compiuto parte dello sforzo necessario al conseguimento dei propri fini.

 

3) Ricordarsi che ottenere ciò che ci siamo prefissati ci regalerà una sensazione di gratificazione e aumenterà la nostra autostima.

  

5 consigli per mantenere i buoni propositi nel corso dell’anno

 

1) Essere determinati. In partenza significa quindi porsi un obiettivo di cui siamo davvero convinti. Riflettiamo bene su quelli che sono i cambiamenti davvero importanti per noi.

 

2) Essere molto realisti. Non porsi obbiettivi che sappiamo già in partenza essere impossibili da raggiungere, altrimenti andiamo incontro a fallimenti e di conseguenza a perdita di autostima e così avanti senza via di uscita (vedi anche il punto 1. sopra).

 

3) Essere precisi nel rispettare le regole. Se ci prefissiamo un obiettivo dobbiamo anche mettere nero su bianco alcune regole. Se vogliamo smettere di fumare, creeremo un calendario di progressiva diminuzione di sigarette al giorno: che sia realistico anche questo per non cadere nel fallimento. Magari allunghiamo i tempi, se necessario, per essere sicuri del successo.

 

4) Evitare le tentazioni, allontanandosi dai luoghi di “perdizione”. Vale a dire che se vogliamo dimagrire, non dobbiamo andare al ristorante una sera sì e una sera no, ma che questo sia piuttosto un premio per un primo obiettivo raggiunto.

 

5) Farsi aiutare. Condividere un proposito con qualcuno potrà avere il doppio effetto di essere considerati e apprezzati dall’altro, e allo stesso tempo anche un po’ “controllati”. Quindi sarà più facile mantenere il proposito.









Buono a sapersi

Rimettersi in forma fisica non deve richiedere enormi sforzi fisici, iscrizioni a palestre super costose e diete impossibili. Potrebbe bastare questo: pensare alla propria dieta in termini di equilibrio e salute, quindi semplicemente mangiare sano; rimettersi in moto, soprattutto se siamo sedentari, dedicando delle ore del nostro tempo libero a passeggiate all’aria aperta, ad andare in bicicletta o correre in un parco.

Ti potrebbe piacere anche...