Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter

Se il bimbo non dorme Puericultura

  1. Argomento NannaNottePianto
  2. Notti passate col piccolo attaccato al seno. Ore trascorse a cantare canzoncine. Corridoi consumati a forza di ninnarlo. Come convincerlo a dormire?

  3. Condividi
Se il bimbo non dorme

Quando arriva un cucciolo d'uomo le notti insonni fanno parte del pacchetto. Nei primi 5-6 mesi di vita il sonno del neonato è assolutamente anarchico e quindi dormirà e si sveglierà a suo piacimento ed è impossibile quanto inutile cercare di forzarlo.

Tuttavia a partire dai sei mesi possiamo insegnare loro come dormire tutta la notte.

Questa almeno è la teoria di un piccolo libro best seller tra le neomamme "Fate la nanna" del professore spagnolo Estivill Eduard.

L'autore sostiene che il sonno non è un'attività innata ma che va appresa e quindi è compito di noi genitori insegnare ai piccoli a dormire.

Il metodo consiste nel lasciar piangere il piccolo (per pochi minuti, non certo ore) rassicurandolo solamente con la nostra voce a intervalli regolari. Per molti il metodo ha funzionato, ma ci sono genitori che lo ritengono troppo drastico.

La bacchetta magica non esiste, ma ci sono rituali che possono sicuramente favorire un addormentamento sereno e duraturo. Il segreto è istituire e seguire senza mai sgarrare una precisa routine.

A cominciare dall'ora e dal luogo della nanna che devono essere - almeno nella fase iniziale - sempre gli stessi. Il piccolo necessita di rassicurazioni che gli infondono serenità e quindi azioni ripetute e sempre uguali come accendere sempre la stessa lucina, leggere sempre la stessa storiella, cantare sempre la stessa ninna nanna, accarezzarlo sempre nello stesso modo, mettergli nella culla sempre gli stessi pupazzetti. Avranno un beneficio sicuro.

È importante anche la routine della fase pre-nanna e cioè l'ora del bagnetto e della cena che dovrebbero, anche loro, essere sempre le stesse.





Nei primi 5-6 mesi di vita il sonno del neonato è assolutamente anarchico
Mettere nella culla sempre gli stessi pupazzetti ha un beneficio sicuro
Buono a sapersi

E’ vero che ci sono bambini che si addormentano ovunque ma se il nostro è un caso più "difficile" cerchiamo di rendere la sua stanza completamente buia e silenziosa. Vedrete che nel giro di poche settimane il piccolo dormirà come un angioletto. E noi con lui.

Ti potrebbe piacere anche...