Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter

Mamma, non ci vedo tanto bene

Salute

  1. Argomento OcchiOculistaVista
  2. La salute degli occhi del nostro bambino è molto importante, ma a quale età è opportuno sottoporre il piccolo a un controllo oculistico?

  3. Condividi
Mamma, non ci vedo tanto bene

Una vista buona è una condizione fondamentale ai fini dell’apprendimento del bambino e già nel primo anno di vita sarebbe giusto fargli fare la prima visita oculistica per verificare non solo la capacità visiva, ma anche l’assenza di difetti di focalizzazione.

Uno dei disturbi più diffusi è il così detto occhio pigro, che può manifestarsi anche nei più piccini e che andrebbe corretto tempestivamente e comunque entro i 10 anni. Si tratta di una diminuzione della vista in un solo occhio e può essere risolta occludendo l’occhio che vede bene allo scopo di allenare l’altro.

Se non è il bambino a segnalare il suo disagio, ci sono comunque alcuni segnali che possono mettere in allerta il genitore e fargli capire che è arrivato il momento di un controllo dallo specialista. Ad esempio se il vostro bimbo di sovente accusa mal di testa o bruciore agli occhi la causa potrebbe essere proprio legata a una difficoltà visiva.

Senza considerare poi che attraverso visite specifiche è possibile identificare anche problemi correlati, come per esempio una tendenza alla dislessia.







Ci sono alcuni segnali che possono mettere in allerta il genitore
Mal di testa, bruciore agli occhi: la causa potrebbe essere legata alla vista
Le visite specifiche possono identificare anche problemi come la dislessia
Buono a sapersi

In genere se alla prima visita, da fare nel primo anno di vita, non vengono evidenziati problemi, la successiva può essere fissata verso i tre anni e, in seguito, poco prima che il piccolo inizi la scuola. Chiedere comunque un consiglio al proprio pediatra di fiducia è sempre buona regola.

Ti potrebbe piacere anche...