Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter
Bambini all’aperto: idee per giochi da fare con la palla

Bambini all’aperto: idee per giochi da fare con la palla

Basta avere una palla a disposizione e qualsiasi pomeriggio con i bambini si trasforma in un successo, soprattutto in queste calde giornate estive. Ecco alcuni suggerimenti per dei giochi all’aperto fantasiosi e originali.

Giochiamo?

È arrivata l’estate! Cosa aspettiamo a scendere in giardino o a correre al parco per giocare all’aria aperta con gli amici? La scuola è finita e i compiti per le vacanze possono aspettare, è il momento di prendere la palla e uscire. 

 

Ecco qualche proposta divertente e originale di giochi con la palla, quel magico oggetto che da tempi immemorabili ha sempre conquistato i bambini di tutte le età. Servono soltanto una palla e tanti bambini con la voglia di correre, saltare e divertirsi.

 

Palla in cerchio

 

Questo gioco può essere fatto anche con tanti giocatori (10, 15, 20). È adattissimo infatti alle feste di compleanno, quando arriva il momento di radunare tutti i bambini insieme.

 

Tutti i giocatori formano un cerchio e allargano le gambe, unendo i piedi con quelli dei giocatori a fianco (a destra e a sinistra).

 

La palla viene messa per terra e i giocatori si chinano per tirarsela: devono cercare di farla passare sotto le gambe di un altro giocatore e pararla per non farla passare sotto le proprie.

 

La palla si tira con le mani e raso terra. Quando la palla passa sotto le gambe di un giocatore questo perde un punto, e così via fino a tre punti: al terzo passaggio sotto le gambe il giocatore viene escluso.

 

Il cerchio di bambini si stringe un po’ e il gioco riprende. 

 

Così si va avanti fino a quando rimangono solo due giocatori che si sfideranno con alcuni palleggi di palla a volo.

 

Palla catturata

Ci vogliono almeno 7 bambini.

 

Tutti i partecipanti si mettono in cerchio, tranne uno che sta dentro il cerchio. I giocatori devono passarsi la palla senza farla prendere dal giocatore che sta in mezzo.

 

Quando la palla viene catturata, il giocatore che ha sbagliato il passaggio entra dentro il cerchio e lascia il posto a quello che è riuscito a catturare la palla.

 

Se la palla cade per terra, entra dentro il cerchio l’ultimo che l’ha tirata e il ragazzo all’interno prende il suo posto.

 

Una variante: se i giocatori sono molti potete ingrandire il cerchio e mettere in mezzo due giocatori. Si creerà così anche la competizione tra i due prigionieri che faranno a gara ad afferrare il pallone per primi.

Palla assediata

8–10 giocatori, ma anche di più.

 
Un cronometro o un orologio per calcolare il tempo.

 

Si formano due squadre. Una si dispone in un cerchio largo e dall’inizio del gioco non potrà cambiare la sua posizione, quindi ciascuno deve restare fermo dove si trova. Mentre l’altra squadra si può muovere liberamente all’interno del cerchio, ma non può uscire.

 

Prima di cominciare il gioco si stabilisce un tempo di durata della partita.

 
Come si gioca: i giocatori del cerchio esterno si passano la palla tra loro e devono colpire i giocatori interni. Quando un avversario viene colpito, esce dal gioco. Il gioco prosegue fino alla fine del tempo.

 
A questo punto le squadre si scambiano i ruoli (chi stava dentro sta fuori e viceversa) e giocano la seconda partita.

 

Vince la squadra che nel tempo prefissato ha eliminato più giocatori avversari. La bravura sta nel creare un giro di passaggi molto veloci e cercare di eliminare quanti più avversari possibile.

Buono a sapersi
Giocare all’aperto non è solo divertente, ma fa bene. Dà equilibrio e benessere fisico, rilassa, allevia l’ansia, stimola la creatività e aiuta a rispettare gli altri.