Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Accedi
Accedi
Cancellazione profilo
Cancellazione Carta PAYBACK
Iscriviti alla newsletter

L’importanza del richiamo Educare il proprio cucciolo

  1. Argomento CaneComandoInsegnamento
  2. Il richiamo del cane è un comando importante, ma anche uno dei più difficili da insegnare al nostro cucciolo. Seguendo qualche semplice regola, però, si può riuscire nell’intento.

  3. Condividi
L’importanza del richiamo

Una delle fasi fondamentali nell’educazione del nostro amico peloso è quella dell’insegnamento al richiamo. Si tratta di un comando molto importante cui il cane deve rispondere soprattutto in situazioni sociali o comunque fuori da casa.

E’ necessario armarsi di santa pazienza e iniziare il percorso educativo fin da subito, cioè dal primo momento in cui il nostro cane si insedierà in casa nostra, tenendo conto che, perché il richiamo sia efficace, è necessario rispettare alcuni punti importanti:

1) La gerarchia. Deve essere chiaro fin da subito che nel rapporto il padrone è il capo branco. Se il cane non ci riconosce come leader, non risponderà mai al nostro richiamo.
2) Il tono di voce. Il tono della nostra voce deve essere fermo e sicuro, così come il nostro atteggiamento. L’aggressività non ripaga, la fermezza invece viene riconosciuta dal cane come forza.
3) La chiarezza. Perché il cane risponda al nostro richiamo, questo deve essere sempre uguale. Dobbiamo sempre usare le stesse parole e la stessa intonazione per non rischiare di confonderlo.
4) Il premio. Quando il cane ubbidisce al nostro richiamo è bene lodarlo e premiarlo. Se non risponde le punizioni sono inutili e dannose. E’ importante, infatti, che il cane associ il richiamo a qualcosa di positivo, in modo che sia persuaso a tornare da noi.

Inizialmente, il modo più semplice per impostare il richiamo è prendere il cane per la gola. Fate annusare al cane la sua ciotola con dentro un po’ di cibo, poi lentamente spostatela verso di voi chiamandolo con il suo nome e aggiungendo il comando vieni o vieni qui. Quando il cane obbedisce allora premiatelo facendolo mangiare. Ripetete questo esercizio più e più volte fino a che non diventi automatico per lui avvicinarsi a voi ogni volta che lo chiamate e usate lo stesso comando.

A questo punto sarete pronti per la prova ufficiale all’aperto.





Quando il cane ubbidisce al nostro richiamo è bene lodarlo e premiarlo
Prendere il cane per la gola
Buono a sapersi

Ricordate che quando portate il cane al parco non dovete trascorrere il tempo a controllare dove sia e, se lo fate, il vostro cane non deve accorgersene. E’ lui infatti che deve imparare a cercarvi con lo sguardo e avere paura di perdervi, come farebbe con il capo branco.

Ti potrebbe piacere anche...